NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Invecchiamento: è colpa anche del volume delle ossa

Invecchiamento: è colpa anche del volume delle ossa

Una recente ricerca americana ha messo in evidenza che i segni tangibili dell’invecchiamento non sono rappresentati solo dalle rughe, ma anche da una riduzione del volume osseo, in particolare a carico della mandibola

da in Benessere, Estetica e trattamenti, Invecchiamento, Muscoli, Pelle, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    invecchiamento rughe

    I segni tangibili dell’invecchiamento sono le rughe, che mettono in evidenza come il tempo passa inesorabilmente e come il nostro corpo si modifica proprio in rapporto al passare degli anni. Non è raro che in molti ricorrano alla chirurgia estetica, per rimediare al doppio mento, agli inestetismi e ai segni visibili sulla pelle frutto dell’invecchiamento.

    Rimanere giovani a tutti i costi in sostanza è diventato uno degli obiettivi che in molti si propongono di portare avanti, ma bisogna tenere presente che non tutti i segni del trascorrere degli anni sono dovuti all’alterazione della pelle e al fatto che i muscoli della faccia tendono a perdere tono ed elasticità. Spesso si pensa che sia così, ma un recente studio condotto in America dimostra che la situazione è per certi versi diversa da come possa sembrare in apparenza.

    La ricerca ha preso in considerazione 120 persone che sono stati suddivisi in tre fasce a seconda dell’età di appartenenza. La conclusione da parte degli esperti è stata che il processo di invecchiamento dipende anche dalla riduzione del volume delle ossa. In maniera particolare, mediante una scansione al computer, si è appurato che il processo di riduzione del volume osseo modifica la conformazione della mandibola.

    Il risultato è che i lineamenti della parte inferiore del viso appaiono meno definiti.

    Il tutto spiega come mai a volte il lifting non dà i risultati sperati. Infatti, nonostante l’intervento estetico riduca le rughe, l’età continua a notarsi proprio dalla conformazione ossea. In futuro si potrebbe arrivare a mettere in atto anche una ricostruzione della struttura della mandibola che potrebbe accompagnare il lifting.

    344

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereEstetica e trattamentiInvecchiamentoMuscoliPelleRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI