Invalidità: truffa ad Avellino

Le truffe pensionistiche riguardo alle pensioni di invalidità sono un fatto tristemente noto, salgono a 7 mila le revisioni e le revoche in Italia, ma il caso irpino si fa notare per la singolarità del caso, si tratta di una 62enne tutt'altro che invalida

da , il

    Truffe Pensionistiche

    Truffe sanitarie e pensionistiche, non di rado accade ma fa specie il caso di Avellino, dove una donna dichiarata invalida al 100% risultava altresì godere di ottima salute, anzi, molto di più, pur avendo l’età di 62 anni e delle valida motivazioni per considerarsi evidentemente non in buona salute, godendo del beneficio concesso, praticava jogging per migliorare il suo stato di salute.

    Niente miracoli, niente Lourdes, purtroppo la notizia non è di quelle buone ma di quelle cattive: la donna era dichiarata invalida al 100% ma non lo era, si tratta cioè di truffa per la quale sono aperti gli atti dell’indagine inviati alla Procura della Repubblica al Tribunale di Avellino, diretta dal procuratore Mario Aristide Romano.

    La donna per tenersi in forma praticava il jogging, è stata denunciata dai carabinieri con l’accusa di truffa aggravata e continuata ai danni dello stato, in quanto percepiva un assegno per invalidità totale. La donna inoltre curava personalmente le sue attività quotidiane.

    Le indagini a carico della donna irpina sono state condotte dai carabinieri della stazione di Monteforte Irpino, sono attualmente in corso ulteriori accertamenti per capire come mai la donna percepisse la pensione di invalidità pur non essendo in condizioni di salute proibitive.

    Fonte e immagini sono tratte da Sky TG 24