Intimità: giovani e disinformazione

Una recente indagine condotta dal Consiglio nazionale delle ricerche ha messo in evidenza che numerosi ragazzi sono disinformati sul sesso

da , il

    sesso

    In tema di sesso i giovani non appaiono del tutto informati. A rivelarlo è un’indagine condotta di recente dagli esperti del Consiglio nazionale delle ricerche e che ha coinvolto 3.200 studenti delle scuola media e superiore di varie città italiane. I risultati dello studio sono stati resi noti al convegno “Il Cnr e la scuola”. Gli adolescenti italiani non brillano per quanto riguarda la loro educazione sessuale, sempre più trascurata in seno alla famiglia e alla scuola.

    I dati emersi dallo studio fanno riflettere. Il 75% dei ragazzi ha dichiarato che non è necessario aspettare il matrimonio per avere rapporti sessuali, ma a destare allarme è il fatto che il 62% dei soggetti ha affermato che in tema di sesso le donne devono essere forzate per potersi sbloccare. Non meno preoccupante è quanto è stato dichiarato dal 30% degli intervistati, ossia che è più grave l’infedeltà della donne rispetto a quella dell’uomo.

    Quest’ultimo infatti sarebbe cacciatore per natura, per cui il suo tradimento è in qualche modo più giustificato. Ciò che ne emerge è la presenza di convincimenti del tutto errati, che non fanno altro che affermare una netta superiorità dell’uomo sulla donna e legittimare comportamenti scorretti ed aggressivi a danno delle ragazze.

    A presentarci un quadro significativo su questi falsi convincimenti è anche la percentuale dei ragazzi e delle ragazze che sono in disaccordo con quanto dichiarato dai loro coetanei. Il 54% delle ragazze non è d’accordo con le affermazioni sul sesso che appaiono poco rispettose nei confronti delle donne, mentre questa percentuale fra i ragazzi si limita al 19%.

    Immagine tratta da: blog.libero.it