Internet: bimbi e genitori insieme

Internet: bimbi e genitori insieme

L'uso di internet richiede un approccio genitori - figli che sia univoco e che sia adatto al progresso dei tempi: i bambini non dovrebbero navigare soli su internet come non dovrebbero passare troppo tempo on line, pena l'abuso del mezzo

da in Bambini, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Internet Rapisce

    Internet rapisce: i bambini non dovrebbero poter navigare sempre su internet da soli, non è un fatto solo legato ai contenuti che possono vedere malauguratamente, i quali possono essere definiti secondo la protezione decisa dal genitore stesso, non si tratta nemmeno del rischio di ricevere indiscreti messaggi in e-mail da parte di malintenzionati, problema per cui esiste un sistema di monitoraggio che garantisce buoni risultati se accade qualcosa di strano al vostro bambino, ma si tratta, come vedremo, di salute del bimbo.

    Internet aiuta a relazionare e a fare nuove conoscenze, su questo non ci sono dubbi, il problema però è che l’adulto ha una base sentimentale ed emotiva che lo aiuta a affrontare le amicizie con discernimento e con il dovuto cautelamento e distacco emotivo. Il bambino e l’adolescente invece non sono preparati ad affrontare questa avventura, possono semplicemente giocare, mentire, scherzare, cioè mettere in pratica una serie di atteggiamenti che non sono per niente costruttivi nella mente di un bambino, oppure possono rimanere coinvolti e soffrire per qualcosa o qualcuno che non esiste nella realtà, entrando nel meccanismo perverso della disillusione del web. Che cosa fare?

    A lanciare il messaggio ai genitori è stata l’American Academy of Pediatrics (AAP), che aiuterà nella sua nuova campagna di informazione a usare internet con le dovute cautele, prima aiutando i genitori a gestire il mezzo di comunicazione e a diventare formatori e poi a offrire strumenti adeguati per interagire con i ragazzi più piccoli.

    Una tecnica che funziona, spiega l’associazione, è quella di dare il buon esempio, passare con i figli del tempo in rete cercando le informazioni utili, cercando di usare portali sicuri e cercando di dare al figlio di volta in volta le dovute spiegazioni di quanto accade in mailing o in networking, solo in questo modo il bambino avrà gli strumenti giusti per usare il web senza farsi del male, ma anche senza far del male al prossimo.

    Internet offre un supporto adeguato per la formazione, questo va spiegato ai bambini, che devono sapere come le loro piccole opere, foto, testi, poesie, possono essere conosciute da tutto il mondo: va spiegato ai bambini e agli adolescenti che il loro piccolo sito può essere visibile a tutti, amici e nemici, come anche il genitore deve cercare di evitare di rimanere attaccato allo schermo durante tutte le ore del tempo libero, facendo così capire al bambino che esistono momenti per lo svago e momenti per i rapporti umani diretti.

    Arch Pediatr Adolesc Med. 2009;163(10):968

    Le immagini sono tratte dal portale di Biblioragazzi WordPress

    510

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI