NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Intelligenza in rapporto alle sculacciate

Intelligenza in rapporto alle sculacciate

Uno studio americano mette in evidenza il fatto che i bambini che vengono sculacciati presentano un quoziente intellettivo più basso

da in Cervello, Corpo, Intelligenza, Primo Piano, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    intelligenza

    Lo sviluppo dell’intelligenza e delle abilità cognitive sembra risentire dell’influsso delle sculacciate che si ricevono quando si è piccoli. Lo mette in evidenza uno studio, i cui risultati sono stati resi noti a San Diego in occasione dell’International Conference on Violence, Abuse and Trauma. Secondo questa ricerca i bambini che vengono picchiati sono destinati ad avere un quoziente intellettivo meno elevato rispetto ai bambini ai quali le sculacciate vengono risparmiate.

    La ricerca è stata portata avanti da Murray Strauss, professore alla University of New Hampshire. Lo studioso ha provveduto ad analizzare il quoziente intellettivo di 806 bambini fra i 2 e i 4 anni e di 704 bambini tra i 5 e i 9 anni. L’analisi veniva ripetuta dopo cinque anni ed era a questo punto che si notava una differenza in termini di quoziente intellettivo in quei bambini che avevano subito le sculacciate.

    Secondo l’autore della ricerca anche poche percosse possono fare la differenza e il tutto produce un rallentamento nello sviluppo delle abilità cognitive dei più piccoli.

    Tutto ciò dimostra in effetti che il nostro cervello non rimane indifferente a quegli elementi che sembrano situarsi in una dimensione prettamente fisica.

    La correlazione fra sviluppo dell’intelligenza e botte ricevute può essere spiegata col fatto che il bambino che viene percosso impara a reagire in rapporto alle situazioni in un modo che è sbagliato e non ha modo di sperimentare altre forme di reazioni basate sull’autocontrollo e la logica, che invece si rivelano elementi di fondamentale importanza.

    Immagine tratta da: wirgilio.it

    307

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CervelloCorpoIntelligenzaPrimo PianoPsicologiaRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI