Integratori e prodotti alimentari: in etichetta indicazioni infondate

Bocciati molti integratori alimentari e prodotti che riportano in etichetta possibili benefici per la salute: secondo le verifiche dell'autorità europea per la sicurezza alimentare, spesso tale indicazioni non sono fondate

da , il

    integratori alimentari bocciati

    Quante volte ci si affida a prodotti alimentari o a veri e propri integratori proprio perché in etichetta vengono riportare indicazioni generiche sui possibili benefici per la salute. Ebbene, secondo gli esperti scientifici dell’EFSA, l’Authority europea per la sicurezza alimentare, le promesse non vengono spesso mantenute. Bocciati, quindi, numerosi integratori alimentari e prodotti dietetici o simili.

    L’EFSA sta, infatti, sottoponendo a una capillare verificare le cosiddette “indicazioni funzionali generiche” sulla salute presente sulle etichette di numerosi prodotti dietetici, integratori alimentari e per sportivi e altri alimenti, in particolare tutte quelle indicazioni inerenti a:

  • il ruolo di una sostanza nutritiva o di altro tipo per la crescita, lo sviluppo e le funzioni dell’organismo (per esempio: “il calcio fa bene alla salute”);
  • funzioni psicologiche e comportamentali;
  • il dimagrimento o il controllo del peso oppure la riduzione dello stimolo della fame o un maggior senso di sazietà o la riduzione dell’energia apportata dal regime alimentare.
  • Su 808 indicazioni funzionali valutate, circa l’80% non ha superato l’esame dell’EFSA. Sono stati analizzate in particolare indicazioni riguardanti: vitamine e minerali, ma anche a fibre alimentari specifiche destinate al controllo della glicemia, della funzionalità intestinale o del peso; indicazioni su acidi grassi legate alla funzione cerebrale, alla vista o alla salute del cuore; indicazioni riferite a colture di lattobacilli vivi e alla digestione del lattosio.

    Perché tante bocciature? Le motivazioni sono differenti:

  • in alcuni casi è stato impossibile identificare la sostanza specifica (per esempio indicazioni su fibre alimentari che non specificano il tipo di fibra presente);
  • in altri casi mancavano prove e studi scientifici sul uomo che confermassero il beneficio indicato;
  • in altri casi ancora le indicazioni sono risultate molto generiche e imprecise (suggerendo, per esempio, la capacità di dare energia e vitalità).
  • Sembra consigliabile, quindi, diffidare dalle indicazioni presenti in etichetta su integratori e prodotti alimentari dietetici, prodotti, per altro, il cui consumo è molto diffuso.