Insonnia: no al rimedio televisione da camera

Insonnia: no al rimedio televisione da camera

Se soffrite di insonnia o se avete difficoltà a prendere sonno non appoggiatevi alla tivu' in camera, che non solo peggiora le vostre attitudini a dormire la sera, ma anche aggrava la vostra posizione verso la capacità di avere serenità al risveglio e una dormita lunga e riposante, con le conseguenze di nervosismo e irritabilità

da in Apnea Notturna, Benessere, Insonnia, Primo Piano, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Televisione

    Niente televisione se soffrite di insonnia o di stress prima di prendere sonno, la televisione rischia di rendervi ancora più difficile la dormita in alcuni casi impossibile o con sonno molto leggero. Studi dimostrano come un’ora di televisione prima di andare a letto riesca a rovinare tutta la prima parte della notte rendendo difficile il rilassamento completo necessario per riposare bene.

    L’insonnia, acuta e cronica, molto spesso è incentivata se non anche causata dall’inquinamento elettromagnetico e dalla televisione e dall’uso prolungato dei cellulari prima di andare a letto.


    L’indagine sulla tecnologia
    e la correlazione con il ritmo del sonno è stata condotta nel 2006 su 21 mila persone, di età compresa tra i 15 anni e l’anzianità, strutturata su un test, fatto per valutare quante persone soffrono di insonnia e che correlazione ci sia tra i disturbi del sonno e la tecnologia.

    Imputata numero uno è la televisione, che prima di andare a letto non concilia, ma rende meno semplice l’addormentarsi, rovinando, per non perdere la fine del film, la fine della trasmissione, il ritmo del ciclo del sonno; lo stesso vale per l’inquinamento elettromagnetico e per i cellulari. Questi passatempi sopra citati causano prima di tutto nervosismo, stanchezza e irritabilità.

    Nessun danno invece a carico di internet.

    Fonte: alcune informazioni si riferiscono al sito di benessere blog
    Immagini: sono tratte dal sito internet Digilander.Libero.it Televisione/Film

    346

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Apnea NotturnaBenessereInsonniaPrimo PianoRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI