Informazione medica, chi legge i bugiardini?

Informazione medica, chi legge i bugiardini?

"Le informazioni davvero importanti, come controindicazioni e precauzioi d'uso, nel bugiardino vengono distribuite in diversi paragrafi e poi c'è un uso troppo esteso di tecnicismi"

da in Farmaci, News Salute, Bugiardini
Ultimo aggiornamento:

    Pochi. Sono pochi gli italiani che, prima di assumere un farmaco leggono i “bugiardini“, ovvero i foglietti informativi obbligatoriamente allegati alle sostanze da assumere per la cura della propria salute. Ma non si tratta di pigrizia dei pazienti, come rileva l’agenzia nazionale del farmaco, che va all’attacco dei tecnicismi contenuti nel famoso foglietto.

    In pratica, da un sondaggio condotto dalla Promos 2000 risulta che su 10mila italiani intervistati, ben il 50-60% non legge mai i bugiardini perchè li ritiene “inutili e incomprensibili”. Critiche arrivano anche dalla Sapienza, se il prof. Luca Serianni, ordinario di Storia della Lingua italiana, nota: “Le informazioni davvero importanti, come controindicazioni e precauzioi d’uso, nel bugiardino vengono distribuite in diversi paragrafi e poi c’è un uso troppo esteso di tecnicismi”. Che ne pensate? Avete qualche esempio “eclatante” di questa incomprensibilità che vi è capitato fra le mani?

    Fonte: Rivista M.D., Medicinal Doctor, ottobre 2007

    189

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciNews SaluteBugiardini
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI