NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Influenza intestinale: sempre più casi in alcune zone d’Italia

Influenza intestinale: sempre più casi in alcune zone d’Italia

In questi giorni in alcuni Pronto Soccorso italiani, sono stati registrati numerosi casi di influenza intestinale o gastroenterite; da non confondere con la classica influenza

da in Febbre, Influenza, Intestino, Malattie, News Salute, Primo Piano, Gastroenterite
Ultimo aggiornamento:

    influenza intestinale casi

    In questi giorni, si parla sempre più spesso di influenza intestinale, riscontrata in alcune zone d’Italia; oltre che della normale influenza stagionale. In alcune città, come Vigevano, Mortara, e Mede, sono stati diagnosticati casi, sempre più numerosi, di influenza intestinale. (addirittura, 130 casi registrati dal Pronto Soccorso il giorno di Capodanno). Quest’ultima non è da confondere con la classica influenza (la quale, avvisano gli esperti, arriverà a fine mese); infatti, un altro per identificarla è gastroenterite.

    La differenza tra queste due patologie virali, è che la gastroenterite provoca disturbi a livello gastrointestinale, mentre l’influenza a livello delle prime vie aeree, e problemi respiratori in genere. Per quanto riguarda la sintomatologia: la prima provoca febbre, non superiore ai 38°, dolore alla pancia, debolezza, diarrea, nausea, vomiti. La seconda patologia, invece, problemi respiratori, febbre (anche superiore ai 38°), debolezza, dolori articolari. Come detto prima, sono entrambe malattia virali, il cui contagio avviene, soprattutto nei luoghi affollati.

    Il trattamento per i sintomi della gastroenterite riguarda il riposo e l’assunzione di fermenti lattici, antibiotici, antipiretici, bere molta acqua. Mentre l’influenza stagionale, innanzitutto, si può prevenire con la vaccinazione (da effettuare anche in questo periodo), con un’alimentazione caratterizzata da molta frutta e verdura, dall’igiene, e evitare luoghi super affollati.

    Per quanto riguarda il target di persone, che possono contrarre l’influenza intestinale, non c’è una categoria o un’età specifica. Infatti, qualche giorno fa, in alcuni Pronto Soccorso, sono arrivati casi di gastroenterite di persone, con età compresa tra i 30 e i 40 anni. Tutti possono essere a rischio dai bambini, agli anziani (sempre in numero maggiore rispetto alle altre fasce di età), ma anche ai giovani adulti: il virus si può contrarre nell’ambiente scolastico, in quello lavorativo, ma anche semplicemente nei negozi.

    369

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FebbreInfluenzaIntestinoMalattieNews SalutePrimo PianoGastroenterite
    PIÙ POPOLARI