Influenza: in arrivo il vaccino per il prossimo inverno

Influenza: in arrivo il vaccino per il prossimo inverno
da in Febbre, Influenza, Malattie, News Salute, Tosse, Vaccini
Ultimo aggiornamento:

    Termometro

    Sta per incominciare la campagna per il vaccino influenzale 2007/2008, curata dalla OMS, che per questo inverno ha pubblicato una guida ai vaccini e alla prevenzione della malattia. I tre tipi di Virus che sono in corso quest’anno sono il Solomon Islands, il Wisconsin, e il Malaysia, che pero’ includono anche il sottotipo Hiroshima.

    Le vaccinazioni sono raccomandate nei casi di persone deboli o debilitate e anziani, ma cio’ non toglie che anche un individuo sano che preferisce prevenire il morbo possa vaccinarsi; ufficialmente il via ai vaccini sara’ dato a meta’ ottobre, anche se il vaccino si consiglia sia somministrato ad inizio novembre; come ogni anno lo scopo principale della campagna per il vaccino influenzale e’ quello di abbassare l’indice di mortalita’ per influenza.
    In media sono ben 15 milioni gli italiani che decidono ogni anno di vaccinarsi, ma in ogni caso e’ bene ricordare che per avere una copertura sui virus sopra indicati il vaccino va somministrato nei tempi citati, dopo i primi 4 mesi l’effetto protettivo diminuisce e il rischio e’ che le epidemie influenzali siano ancora in corso e il vaccino non sia piu’ efficace.
    Al contrario, le epidemie para-influenzali attualmene in corso non rientrano tra i virus influenzali elencati.

    Le caratteristiche dei virus di quest’ anno non sono molto differenti da quelle dei virus degli altri anni: febbre, dolori alla testa, tosse, dolori a muscoli ed ossa, possibili ricadute sull’intestino, mentre sara’ probabile, se continuera’ il clima mite di questi mesi, una diffusione minore, per via delle caratteristiche del virus, che prolifera meglio con temoerature rigide e umidita’.
    I virus di quest’anno sono in parte nuovi, per cui a rischio piu’ degli anziani, per possibilita’ di contrarli, saranno i bambini, che non hanno ancora maturato alcun tipo di anticorpi per essere protetti; tuttavia, per quanto concerne la prevenzione della mortalita’ da influenza, il vaccino e’ fortemente consigliato agli anziani e alle persone deboli. Precisamente di seguito sono elencate le categorie che sono fortemente invitate al vaccino: appartengono a questi soggetti a rischio tutte le persone che hanno più di 64 anni o che vivono in stretto contatto con anziani, tutte le persone che soffrono di disordini cronici dell’apparato respiratorio e tutte le persone che soffrono di malattie metaboliche croniche, come ad esempio il diabete mellito, l’immunodepressione dovuta o meno ai farmaci, la fibrosi cistica, etc ed infine e’ consigliabile che si sottopongano al vaccino influenzale anche le persone che sono in procinto di affrontare un importante intervento chirurgico; non si devono invece vaccinare i soggetti che sono allergici alle uova, poiche’ nel vaccino sono contenuti dei derivati.

    Influenza:

    Il nome di questa infezione deriva dalla vecchia concezione astrologica di questa malattia, che affermava che la malattia era causata dall’”influenza” degli astri: dalla dicitura latina obscuri cieli influentia. (Wikiperdia)

    536

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FebbreInfluenzaMalattieNews SaluteTosseVaccini
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI