Influenza e bambini: idratazione, alleata di cura e prevenzione

Influenza e bambini: idratazione, alleata di cura e prevenzione

Contro l’influenza e i suoi sintomi più fastidiosi, soprattutto se si tratta di bambini, la parola d’ordine è “idratazione”, un alleato fondamentale contro i disturbi da raffreddamento

da in Alimentazione, Bambini, Influenza, Prevenzione, Raffreddore, Idratazione
Ultimo aggiornamento:

    Idratazione, utile contro l'influenza dei bambini

    Gli esperti concordano, il picco di questa influenza 2011-2012 arriverà tra un mesetto abbondante, a dicembre, a ridosso delle tanto attese vacanze natalizie. Per coglierlo di sorpresa, giocando d’anticipo, meglio puntare sulla prevenzione, soprattutto quando i possibili bersagli dei virus influenzali sono i più deboli, i bambini. L’idratazione, per esempio, è un vero toccasana per tenere alla larga i principali sintomi influenzali.

    Raffreddore, tosse, febbre e gastroenterite, sintomi influenzali tanto tipici quanto fastidiosi, possono essere tenuti a debita distanza a colpi di idratazione, soprattutto nei più piccoli, nei bambini. L’acqua conquista un ruolo da protagonista nella prevenzione dell’influenza. ”Il corpo umano è formato principalmente di acqua e nei più piccoli la proporzione è notevolmente maggiore rispetto a quella degli adulti. I bambini sono dunque particolarmente esposti al rischio di disidratazione, questo è ancora più vero in caso di malattie da raffreddamento e di influenza, caratterizzati ad esempio da episodi ripetuti di diarrea e vomito’‘ ha spiegato il professor Marcello Giovannini, docente di Pediatria dell’Università degli Studi di Milano e membro del Comitato Scientifico Acqua Panna.

    Il fabbisogno di liquidi aumenta soprattutto quando la temperatura corporea, complici febbre e influenza, aumenta: secondo l’esperto, per ogni grado di temperatura che supera i 37° la necessità di idratare l’organismo sale del 10%. I bambini, prima come prevenzione, e durante l’influenza, come trattamento di supporto, dovrebbero sempre avere a portata di mano e di “labbra” una buona dose d’acqua, preferibilmente non troppo fredda, a temperatura ambiente, da consumare durante tutto il giorno, anche fuori dai pasti.

    Erroneamente si pensa che un’attenzione particolare all’idratazione sia più necessaria durante l’estate, per le temperature elevate. Anche l’inverno necessita di un apporto extra di acqua, soprattutto perché la corretta idratazione, indispensabile per la crescita in salute dei bambini, sopperisce all’aria più secca nelle abitazioni, negli asili e nelle scuole, provocata dal riscaldamento.

    406

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBambiniInfluenzaPrevenzioneRaffreddoreIdratazione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI