Influenza: come evitare di ammalarsi

Influenza: come evitare di ammalarsi

Per evitare di ammalarsi di influenza è una buona cosa fare attenzione agli oggetti che sono sparsi per casa: maniglie, porte, armadi, tavoli, telecomandi, sono superfici dove il Rinovirus si insedia e vive per 24 ore, mentre noi ignari andiamo a contatto e ci ammaliamo

da in Bambini, Congiuntivite, Infezioni, Influenza, Malattie, Rinovirus
Ultimo aggiornamento:

    Maniglia

    Paura dell’influenza? Non è difficile evitare di ammalarsi, è sufficiente cercare di usare solo i propri oggetti, evitare di mescolare le proprie cose con quelle altrui, evitare il contagio diretto con chi è ammalato. Ma lo sapete più di tutto che cosa può trasmettere la malattia? Gli oggetti di uso comune, come il computer, il telefono e il telecomando, dove è sufficiente uno starnuto per far alloggiare comodamente, e ben nutrito, aprire un portatile per credere, il virus influenzale.

    In qualche modo il sospetto ce lo avevamo tutti, constatando che per non ammalarsi in inverno è sufficiente cercare di stare lontano dai germi, ma sapere che la casa nasconde le peggiori insidie non è una buona cosa: secondo una recente ricerca dell’Università della Virginia sono proprio gli oggetti come le matite, le maniglie, le penne, i telecomandi, le coperte e i cuscini di casa, i peggiori veicoli del Rhinovirus, che ha una sopravvivenza lunghissima, se l’ambiente non è asettico può vivere anche per due giorni consecutivi in attesa che “voi” passiate di là.

    Il campione in esame era di 30 famiglie, che sono state osservate e scrupolosamente analizzate in tutti gli angoli della casa e nei momenti più importanti dell’evoluzione della malattia: nel 42% dei casi il virus è stato scovato e questo fatto deve fare riflettere, se si pensa che specialmente i bambini continuano a toccare e mettere tutto in bocca, specie da piccoli.

    Per pulire sono del tutto inutili gl spray, ricordano gli esperti, perché bisogna disinfettare la superficie dove il Rhinovirus va a nascondersi, non l’aria, dalla quale scompare immediatamente dopo essere precipitato in basso grazie al trasporto sulle goccioline di saliva e di catarro che possono sfuggire dal fazzoletto.

    In ogni caso non è detto che la trasmissione sia lampante.

    In alcuni casi avviene se la persona tocca gli oggetti e poi si strofina gli occhi o si tocca le labbra. Insomma, anche questo è uno dei modi per prendere il raffreddore, quindi, se siete soggetti ad ammalarvi, se fate fatica a guarire dall’influenza, se temete di essere contagiati, sappiatevi regolare.

    Foto da Arreda in Kit

    421

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniCongiuntiviteInfezioniInfluenzaMalattieRinovirus
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI