Influenza Australiana: pronte le linee guida della vaccinazione

Influenza Australiana: pronte le linee guida della vaccinazione

Comincia adesso la campagna vaccinale contro l'influenza australiana secondo le linee guida del Ministero della Salute, del Lavoro e delle Politiche Sociali; attenzione, il virus interesserà qualcosa come 5 milioni di persone

da in Malattie, Vaccini
Ultimo aggiornamento:

    Influenza Australiana

    Attesa l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ci ricorda che il vaccino è il presidio più efficace contro la malattia che, quest’anno, col nome di Australiana, dovrebbe interessare qualcosa come 5 milioni di persone. La vaccinazione antinfluenzale può essere praticata a tutti, a meno che non esistano controindicazioni al farmaco, ma in particolar modo, secondo anche quanto previsto dai servizi territoriali del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, è raccomandata in questi casi.

    Soggetti cui va raccomandata la vaccinazione:

    -soggetti di età pari o superiore a 65 anni;
    - bambini di età superiore a 6 mesi e gli adulti affetti da patologie croniche (l’elenco delle patologie è specificato in circolare);
    - donne che saranno nel secondo e terzo trimestre di gravidanza durante la stagione epidemica;
    - individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti;
    - medici e personale sanitario d’assistenza;
    - contatti familiari di soggetti ad alto rischio;
    - soggetti addetti a servizi di primario interesse collettivo;
    - personale che, per motivi di lavoro è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani.

    Per tutti coloro che non dovessero entrare nell’elenco soprariportato, la vaccinazione sarà a pagamento previa presentazione di ricetta medica.

    Ai fini della prevenzione dell’influenza, ma analoga raccomandazione vale per quelle forme simil influenzali, i medici raccomandano che, per limitare la diffusione dell’influenza, per noi e per chi ci è vicino, è necessaria una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti e lavarsi le mani).

    307

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieVaccini
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI