Influenza A: un’immane bufala!

Influenza A: un’immane bufala!

Ma tutto null’altro era che tutta una bufala! Parole pesanti, giudizi che suonano come accuse dure e come pietre colpiscono eccome i loro bersagli, ovvero, le Case farmaceutiche, lobby potentissime capaci di stravolgere persino l’informazione ed intervenire sugli Organi Istituzionali sanitari, le pronunciano al Daily Mail e all’AGI il presidente della commissione Sanità del Consiglio d’Europa

da in Farmaci, Influenza suina, Malattie, Primo Piano, Sanità, Vaccini
Ultimo aggiornamento:

    Influenza A

    Prima o poi la “ bomba “ doveva esplodere e così è avvenuto, un sospetto tuttavia serpeggiava fra la gente e già qualcuno sussurrava o timidamente borbottava a proposito dell’enfasi che s’era data all’influenza A ritenuta una sorta di bomba virale già innescata e pronta a deflagare in qualche parte del mondo se non nell’intero pianeta con cariche distanziate l’uno dall’altra a seconda del Continente interessato.

    Ma tutto null’altro era che tutta una bufala! Parole pesanti, giudizi che suonano come accuse dure e come pietre colpiscono eccome i loro bersagli, ovvero, le Case farmaceutiche, lobby potentissime capaci di stravolgere persino l’informazione ed intervenire sugli Organi Istituzionali sanitari, le pronunciano al Daily Mail e all’AGI il presidente della commissione Sanità del Consiglio d’Europa, il tedesco Wolfang Wodarg che ha anche accusato le case farmaceutiche di aver influenzato la decisione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di dichiarare la pandemia.

    L’influenza A, a suo dire, è stata una “falsa pandemia”, uno dei più grossi scandali sanitari di questo secolo che ha indotto Nazioni e relativi Governi a far fronte a spese ingentissime per miliardi di euro al fine di acquistare i vaccini e proteggere le popolazioni, col rischio che un’azione tanto repentina nel mettere a punto tali vaccini ha pure esposto molte persone a rischi di gravi effetti collaterali per un farmaco che in questa fase era di fatto pressocchè inutile e per il quale non c’è stato neanche il tempo per metterlo a punto in modo ottimale.


    Wodarg ha fatto approvare una risoluzione nel Consiglio d’Europa che chiede un’inchiesta sul ruolo delle case farmaceutiche; e sulle false pandemie che rappresentano una minaccia per la salute il Consiglio d’Europa terrà un dibattito dal 25 al 29 gennaio 2010 . A questo punto che serve dire? nulla, lo sconcerto sicuramente assale, ma la sorpresa molto meno, quando circolano troppi soldi, davanti a veri e propri simulacri della scienza dove fare business implica anche comportamenti che definire scorretti è puramente pleonastico, si è esposti anche a queste aberrazioni scandalose.

    398

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciInfluenza suinaMalattiePrimo PianoSanitàVaccini
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI