Influenza A: scuole aperte!

Influenza A: scuole aperte!

Apprendiamo adesso che l’inizio dell’anno scolastico avrà corso regolarmente e solo dopo aver valutato di volta in volta ogni singolo caso si procederà a interventi mirati e circoscritti

da in Infezioni, Influenza, Malattie, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    termometro

    L’influenza A continua a fare paura, ma ciò che continua ad impensierire maggiormente i cittadini è il tira e molla da parte degli Enti preposti a monitorare lo stato della situazione e nello specifico si tratta di capire se, alla luce degli ultimi allarmi dei giorni scorsi e di oggi, con la notizia di un paziente in grave stato fisico ricoverato e un altro morto a Napoli proprio oggi, sia da considerarsi necessaria o meno la decisione di chiudere le scuole in attesa di capire come muoversi nei confronti di quella che è e così non potrebbe non considerarsi, una pandemia a tutti gli effetti.

    Apprendiamo adesso che l’inizio dell’anno scolastico avrà corso regolarmente e solo dopo aver valutato di volta in volta ogni singolo caso si procederà a interventi mirati e circoscritti. Così è stato deciso nel corso della riunione che si è svolta nel tardo pomeriggio di ieri presso la Presidenza del Consiglio cui hanno partecipato, tra gli altri, il Sottosegretario alla Presidenza, Gianni Letta, il Ministro Maurizio Sacconi e il Vice-ministro Ferruccio Fazio.

    Serve la presa di posizione di Claudio Cricelli, presidente della Società Italiana di Medicina Generale (SIMG), in vista del tavolo tecnico sull’influenza A che si svolgerà domani a Roma, il quale sottolinea come la miglior difesa contro la pandemia sia rappresentata dall’organizzazione sanitaria. “Riponiamo la massima fiducia – continua il dott. Cricelli – nell’opera di coordinamento del Ministero della Salute e dell’autorità sanitaria in generale.

    Il piano pandemico funziona soltanto se viene attuato in tutte le sue parti e per far questo serve una gestione integrata delle attività di tutti gli attori coinvolti. Se dovesse arrivare il momento dell’emergenza pandemica, saranno adottate misure ordinarie e straordinarie, ma vogliamo anche ricordare che ciascuno di questi strumenti da solo non è in grado di arginare e contenere la diffusione della pandemia”. E al tavolo tecnico del 2 settembre la SIMG presenterà un documento (già inviato al Ministero della Salute e disponibile sul sito www.simg.it) con istruzioni tecniche dettagliate indirizzate ai medici di famiglia, agli operatori sanitari e ai pazienti. “Abbiamo raccolto – conclude Cricelli – alcune schede in un cofanetto ‘da… rompere in caso di necessità’: contengono, ad esempio, istruzioni per parenti e familiari su come affrontare la pandemia, risposte alle domande più frequenti, un decalogo operativo per la medicina generale e l’indicazione di misure di protezione per gli operatori sanitari. Istruzioni non banali ma che entrano nel merito della questione con un linguaggio chiaro e diretto”.

    450

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfezioniInfluenzaMalattiePrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI