Infezioni: guarisce prima la pelle più sporca!

Infezioni: guarisce prima la pelle più sporca!

Difatti, a seguito di tutta una serie di reazioni chimiche nei confronti delle sostanze che si liberano di fronte ad una ferita, la pelle del soggetto meno pulito sviluppa minori conseguenze dalla ferita, arrossamenti, eruzioni cutanee e quant’altro

da in Ferite, Igiene, Malattie, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    bambini di strada

    Una sorta di risposta a quelle mamme troppo apprensive per quei figli che da sempre sono soliti crogiolarsi a terra, ad esempio, incuranti della polvere, del fatto di non porre in atto tutte quelle precauzioni che evitino il contatto con eventuali germi e batteri e che anche solo per questo loro modus operandi, talvolta hanno pure rimediato dai loro genitori qualche sonoro scapaccione.

    Ma adesso a dar ragione all’inconsapevole ed istintivo comportamento dei nostri pargoli arriva uno studio scientifico che riferisce di una migliore risposta immunitaria dell’organismo di quegli individui che non hanno fatto dell’igiene e della massima pulizia la loro ragion d’esistere; difatti, gli studiosi dell’Università di San Diego, hanno ritenuto che in caso di abrasione della pelle a seguito di una qualsivoglia ferita, l’organismo reagisca prime e meglio in quegli individui la cui pelle non sia del tutto pulita e che addirittura in diverse occasione sia stata essa stessa ricettacolo di stafilococchi, come dimostra l’articolo pubblicato su Nature Science e Guardian.

    Difatti, a seguito di tutta una serie di reazioni chimiche nei confronti delle sostanze che si liberano di fronte ad una ferita, la pelle del soggetto meno pulito sviluppa minori conseguenze dalla ferita, arrossamenti, eruzioni cutanee e quant’altro. Pensate che tale scoperta recente possa sorprendere più di tanto? Per nulla, basti vedere quanto è già noto agli scienziati che da almeno un trentennio sanno bene che il picco delle allergie si sia sviluppato in maniera tanto più alta quante maggiori siano state le precauzioni degli attuali popoli civili nell’allontanarsi quanto più possibile dagli agenti patogeni.


    “ La febbre da fieno e l’eczema sono per esempio due effetti collaterali di una mancata esposizione ai germi dello sporco. Il professore di Pediatria Richard Gallo, parte del team di ricerca, ha dichiarato che lo studio «fornisce una base molecolare alla comprensione dell’ipotesi igienica e porta alla luce elementi della risposta dell’organismo alle ferite cutanee che erano ignoti». Soprattutto per i bambini che hanno il sistema immunitario in formazione, un po’ di sporco aiuta a restare sani “.

    398

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FeriteIgieneMalattieNews Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI