NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Infezioni da listeria: sintomi, cause e rimedi

Infezioni da listeria: sintomi, cause e rimedi
da in A tutta natura, Infezioni
Ultimo aggiornamento: Martedì 20/10/2015 15:34

    listeria

    L’infezione da listeria, o listeriosi, è una malattia dovuta a intossicazione alimentare che deve il suo nome al batterio Listeria monocytogenes. Quest’ultimo vive solitamente nel terreno e nell’acqua, ragion per cui gli ortaggi, e indirettamente alcuni animali, possono esserne contaminati. Quindi sono le verdure e le carni crude, così come i prodotti a base di latte non pastorizzato, quelli più a rischio. Esistono due forme principali di listeria: quella tipica, associata nella maggioranza dei casi a diarrea, e la forma invasiva, o sistemica, che si diffonde nell’intero organismo con conseguenze pericolose per la salute. Fra queste si annoverano encefaliti, meningiti e sepsi acuta. Se nel caso d’listeria tipica i sintomi si manifestano a poche ore di distanza dall’ingestione dei cibi contaminati, la forma invasiva ha tempi molto più lunghi, e i sintomi possono addirittura presentarsi dopo uno o più mesi. Scopriamo quali sono le cause, i sintomi e i rimedi.


    La malattia di solito non sfocia nella forma acuta, la più pericolosa, ma anche la forma tipica non è certo piacevole. Tra i sintomi più comuni non solo diarrea, ma febbre, nausea, dolori muscolari. La listeria sistemica, una volta diffusasi nel sistema nervoso, causa emicranie, irrigidimento del collo, perdita dell’equilibrio. Fortunatamente questa malattia non è molto diffusa e, a essere più vulnerabili, sono i soggetti con sistema immunitario compromesso a causa di patologie come cancro e diabete, o semplicemente più debole della norma, come accade nelle persone anziane e nei neonati. Ma la categoria più a rischio è quella delle donne in gravidanza: l’infezione può, infatti, causare aborti spontanei, parti prematuri e infezioni al feto.


    Come premesso, la causa della listeria va rintracciata nella presenza del batterio Listeria monocytogenes negli alimenti ingeriti, soprattutto ortaggi e carni crude. Affinché l’infezione abbia inizio sono necessarie un minimo di cento cellule batteriche per grammo.


    Il primo rimedio è la prevenzione, che si basa fondamentalmente su regole igieniche: cuocere bene i cibi, lavare le verdure accuratamente, separare carni crude dalle verdure e dagli alimenti già cotti, evitare prodotti a base di latte non pastorizzato, lavarsi le mani se si sono maneggiati alimenti crudi e detergere gli utensili. Per quanto riguarda la cura solitamente vengono somministrati appositi antibiotici, con l’ausilio di rimedi naturali che possono aiutare a eliminare i sintomi, com’è il caso di integratori contenenti fibre per prevenire o far passare i disturbi intestinali.

    Contenuto di informazione pubblicitaria

    498

    PIÙ POPOLARI