Infertilità maschile: giovani a rischio per l’inquinamento

Infertilità maschile: giovani a rischio per l’inquinamento

Tre indagini epidemiologiche condotte in Italia hanno messo in evidenza che tra i giovani c’è un calo della fertilità maschile riscontrabile già a 20 anni

da in Infertilità, News Salute, Primo Piano, Ricerca Medica, embrioni, Sperma
Ultimo aggiornamento:

    infertilita maschile giovani rischio inquinamento

    E’ allarme in tema di infertilità maschile. Infatti molti giovani sono a rischio a causa dell’inquinamento. La fertilità tende a diminuire già a 20 anni, gli esperti sottolineano che la quantità di spermatozoi nei giovani dai 18 ai 20 anni ha subito una riduzione del 25%. La situazione più grave è per coloro che abitano in città, il cui calo di fertilità è pari al 30% in meno.

    Una precedente ricerca aveva individuato nella plastica una delle cause dell’infertilità maschile. Adesso tre nuove ricerche epidemiologiche portate avanti in Italia hanno confermato il ruolo che l’inquinamento svolge nel limitare le possibilità per i ragazzi di diventare padri.

    A destare preoccupazione non è solo l’infertilità vera e propria, ma anche l’ipofertilità, una condizione che interessa il 33,4% dei giovani coinvolti nell’indagine.

    Un dato che non va affatto sottovalutato, perché, anche se si è scoperta la causa genetica dell’infertilità maschile, non bisogna tralasciare di considerare il ruolo che hanno gli elementi esterni nel limitare le capacità riproduttive dei giovani italiani. A questo proposito Carlo Foresta, presidente della Società italiana di andrologia, spiega:

    Aumentano le ricerche che dimostrano in particolare come l’esposizione ambientale ai gas di scarico e ad altre sostanze esogene volatili siano in grado di indurre nei soggetti esposti cronicamente una marcata riduzione del numero e della qualità degli spermatozoi.

    In effetti le sostanze chimiche con cui entriamo in contatto agiscono fin dalle prime fasi dello sviluppo dell’embrione, condizionando i processi ormonali che hanno la funzione di regolare sviluppo dell’apparato riproduttivo maschile.

    325

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfertilitàNews SalutePrimo PianoRicerca MedicaembrioniSperma
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI