Infarto: scoperto nuovo tipo di colesterolo

La scoperta si deve ad uno studio genetico europeo Procardis, pubblicato sul New England Journal of Medicine

da , il

    infarto

    E’ stato definito un nuovo tipo di colesterolo che arrecherebbe nuovi pericoli per la vita, ma in effetti più che di colesterolo converrebbe parlare di lipoproteina e la scoperta sta tutto qua, ovvero, aver ritrovato nel sangue una nuova lipoproteina A che quando supera i livelli di guardia nell’individuo apre la strada a pericolosi infarti ed ictus.

    La scoperta si deve ad uno studio genetico europeo Procardis, pubblicato sul New England Journal of Medicine. Procardis è un consorzio europeo tra i ricercatori dell’ Istituto Mario Negri di Milano, del Wellcome Trust Centre e della Clinical Trials Service Unit dell’Università di Oxford, insieme a quelli del Karolinska Institute di Stoccolma e dell’Università di Munster.

    Secondo tale studio vi sarebbe un gene, definito Apo-A, che provoca questo anormale aumento delle lipoproteine nel sangue, a ciò si sarebbe pervenuti analizzando il DNA di ben 16 mila persone di nazionalità europea. Ma c’è di più, la possibilità che si sia portatori di questa variante genetica è tutt’altro che rara, si pensi che una persona su sei è positiva a questa condizione e dunque a rischio infarto o ictus addirittura quadruplicato rispetto agli altri, ne deriva che un’azione preventiva contro tale pericolo dovrà essere attuata mediante la prevenzione ed in futuro anche intravedendo la possibilità di trovare nuovi farmaci in grado di intervenire sulla lipoproteina o addirittura sulla sua formazione.