by

Infarto: come vivere meglio dopo

    infarto pazienti 150x146

    Un episodio di infarto può notevolmente condizionare la vita che i pazienti conducono anche dopo che è stato superato il momento critico. Il problema è rappresentato dallo stile di vita che si è costretti a condurre e dalle cure che bisogna portare avanti, per evitare che si possa incorrere nel rischio di un altro infarto.

    Capita spesso che i pazienti non seguono le terapie prescritte, non mettendo in atto la prevenzione secondaria che sarebbe fondamentale per scongiurare il pericolo di un altro episodio critico. Ma si può vivere meglio dopo un infarto? In realtà tutto consiste nel cercare di coinvolgere i pazienti, rendendoli consapevoli della gravità della situazione e dell’importanza di prendere i farmaci. Per attuare tutto questo è essenziale coinvolgere anche le mogli e coloro che si prenderanno cura dei pazienti, in modo che possano essere seguite le raccomandazioni del cardiologo.

    L’infarto può mettere a dura prova anche la vita relazionale di un individuo, influendo sugli equilibri di coppia e segnando a volte la fine di un rapporto.

    Dopo l’infarto, che rappresenta comunque un episodio angoscioso, si può incorrere in ansia, disturbi dell’umore e difficoltà a dormire. Tutto ciò può creare tensione nella coppia, costretta ad affrontare la crisi. Eppure non bisogna dimenticare che il contesto affettivo e familiare dei pazienti è fondamentale per la loro ripresa.

    La solitudine conseguente alla fine di un rapporto di coppia può essere portatrice di isolamento sociale, con il rischio di arrivare in alcuni casi ad una vera e propria depressione. Il messaggio da trasmettere al paziente consiste nel fargli capire che il superamento dell’infarto è un’occasione per ripensare lo stile di vita e poter vivere meglio di prima.

    SCRITTO DA Gianluca Rini PUBBLICATO IN CureInfartoMalattiePrimo PianoPsicologiaVita di coppia Lunedì 27/09/2010