Infarto: attenzione al girocollo!

Infarto: attenzione al girocollo!

Lo spessore della nuca e del girocollo sarebbe un utile indizio al fine di capire il rischio infarto e diabete in un paziente presumendo da questa misurazione la quantità di colesterolo " buono " e glucosio nel sangue

da in Colesterolo, Infarto, Malattie, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Colesterolo

    Generalmente la misurazione del girocollo di una persona è connessa alla scelta di una camicia nuova da acquistare, ma adesso, potrebbe essere un utile indizio che potrebbe persino predire il rischio di un evento cardiologico patologico, come ad esempio, un infarto!

    Lo hanno appurato ricercatori del MRC Clinical Sciences Centre guidati da Jimmy Bell dopo aver effettuato dei test su 33.000 pazienti di età intorno ai 51 anni, addivenendo a questa conclusione; gli uomini con uno spessore della nuca superiore a 40.5 cm e 34.2 per le donne avrebbero un maggiore rischio di sviluppare malattie cardiovascolari, ciò in quanto, sempre secondo lo studio, per ogni 3 centimetri di maggiore spessore si registra un aumento del colesterolo ematico di 2,2 milligrammi/dl di colesterolo cosiddetto buono le donne ne avrebbero circa 2,7 mg.

    Alla stessa conclusione si sarebbe addivenuti a proposito della quantità di glucosio del sangue, implicato nel diabete, al punto che, ogni 3 centimetri di spessore in più a livello della nuca, sarebbe associato a 0,3g/dl per gli uomini e 2.1 mg/dl nelle donne.


    Bell ha infatti affermato che “non è importante quanto grasso sia presente nell’organismo ma soprattutto dove esso sia ubicato: quello sull’addome e sul collo rappresenta, ad esempio, un indice di maggiore rischio cardiovascolare”.

    252

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ColesteroloInfartoMalattieRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI