NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Infarto: attenzione al burro!

Infarto: attenzione al burro!

Ma perché il così apparentemente innocuo panetto di burro deterrebbe tale nefasta nomea? Il motivo starebbe tutto nel fatto che il burro è una vera e propria miniera di grassi saturi e dunque poterlo sostituire dalla nostra dieta ci affrancherebbe da molte malattie

da in Alimentazione, Dieta, Ictus, Infarto, Malattie
Ultimo aggiornamento:

    burro

    Che peccato, uno dei prodotti caseari più noto, gustoso e omnipresente in cucina, il burro, è alla stessa stregua delle sue proprietà, guardato sempre di più di sbieco dalla scienza medica, quasi bandito come si vorrebbe fare dalle nostre tavole, colpevole di essere una delle cause più importanti di malattie cardiovascolari, infarto in testa ma non sarebbe da meno anche nell’aprire la strada a pericolosi ictus.

    Ma perché il così apparentemente innocuo panetto di burro deterrebbe tale nefasta nomea? Il motivo starebbe tutto nel fatto che il burro è una vera e propria miniera di grassi saturi e dunque poterlo sostituire dalla nostra dieta ci affrancherebbe da molte malattie. Lo studioso Shyam Kolvekar, famoso chirurgo dell’University College London Hospital in Gran Bretagna: di fatto assicura ‘Sono preoccupato’ ha dichiarato Kolvekar ‘dalle abitudini alimentari della nazione. Ci sono pazienti con meno di 30 anni che hanno bisogno di bypass cardiaci a causa di una dieta troppo ricca di grassi saturi’. A questo punto il medico suggerisce di sostituire il burro con la margarina, ma quest’ultima soluzione sarebbe tutt’altro da seguire, almeno secondo altre acquisizioni scientifiche.

    C’è comunque da dire che in Gran Bretagna col burro esagerano davvero, 90 bambini su cento se ne cibano e 88 uomini adulti su cento e 83 donne sempre su cento ne abusano riuscendo a consumarne ben più di quanto dovrebbero, addirittura si parla di cinque volte di più di quanto dovrebbero. Davanti a tale pericolose abitudini bisogna correre ai ripari e così il medico inglese conclude il proprio intervento.


    ‘La quantita’ di bambini che mangiano troppi grassi e’ sorprendente. Rimpiazzare il burro con margarina e’ molto semplice, salutare e fa una grande differenza’ ha commentato Kolvekar. ‘Mettendo al bando il burro e rimpiazzandolo con alimenti sostitutivi, si potrebbe ridurre di 8 grammi la quantita’ giornaliera di grasso. E’ il 40 per cento della razione consigliata: eliminandola si potrebbero ridurre di moltissimo i problemi cardiaci e le morti causate da una dieta scorretta’.

    375

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneDietaIctusInfartoMalattie
    PIÙ POPOLARI