Infarti: poliziotti a rischio

Infarti: poliziotti a rischio

A questa conclusione sono giunti scienziati dell’università di Buffalo nello Stato di New York

da in Arterie, Infarto, Malattie, News Salute, Primo Piano, Stress
Ultimo aggiornamento:

    Poliziotti

    Non è che ci voglia molto ad immaginarlo, la casistica per malattie cardiovascolari riguardanti i soggetti appartenenti alle Forze dell’Ordine è di gran lunga più alta rispetto ad altri lavoratori. Le cause, in primo luogo lo stress cui vanno solitamente incontro i poliziotti, ma anche l’inquinamento urbano che questi lavoratori sono costretti a subire di fatto prestando servizio per lo più per strada.

    A questa conclusione sono giunti scienziati dell’università di Buffalo nello Stato di New York. A tale risultato si è arrivati dopo aver esaminato un nutrito numero di poliziotti in apparente buono stato di salute paragonandoli con altri lavoratori che svolgevano tutt’altro incarico. Ebbene, esaminando grazie all’ecocolordoppler lo stato delle arterie carotidi, si è visto che i poliziotti presentavano quelle anomalie che solitamente anticipano eventuali futuri accidenti vascolari.

    Secondo quanto spiegato dal ricercatore statunitense sul ‘Journal of Occupational and Environmental Medicine’, la causa di questa predisposizione è da ricercare nel cortisolo, l’ormone prodotto quando l’organismo è sotto stress: è probabile che lo stress causato dal lavoro e vissuto ogni giorno possa essere una delle cause di questo aumento del rischio cardiovascolare, ma è ancora tutto da approfondire.

    247

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArterieInfartoMalattieNews SalutePrimo PianoStress
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI