Infanzia: il mal di testa

Nei bambini il mal di testa si presenta sotto forma di cefalea o di emicrania, si tratta più spesso di disturbi legati allo stress, alla stanchezza, allergie, sinusiti, raffreddori

da , il

    Ebbene sì, la nostra società è stata così adatta a fornire ai bambini strumenti e problemi da adulto che le conseguenze si riflettono anche sulla salute del bambino: tanto computer, pochi giochi all’aperto, la televisione, troppo studio, problemi alla vista che non emergono nelle visite mediche, ma anche a volte predisposizione personale e stress, anche i bambini in tenera età possono soffrire di mal di testa.

    Il mal di testa infantile non è mai una scusa, i genitori tendono a pensare che il bambino sia capriccioso, che si lamenti per motivi inesistenti, invece in questo caso non è così: se il bimbo lamenta dolori alla testa sarà sicuramente vero che ne soffre, se le crisi di mal di testa si ripetono spesso è bene consultare il parere di un medico specialista.

    Il mal di testa nei primi anni di età colpisce anche i bambini di età inferiore ai 5 anni, si tratta più spesso di cefalea, anche se i bambini in seguito al mal di testa spesso soffrono anche di vomito, mal di pancia; se questo accade al vostro bambino dovete consultare il parere del medico, valutare insieme a lui di che tipo di dolore si tratta, da quanto tempo e quanto spesso si presenta, quanto dura e quali sono i sintomi precisi.

    Per curare il vostro bambino non dovete ricorrere immediatamente al farmaco, prima di somministrare dei farmaci dovete consultare il pediatra o il medico di base perché potrebbe trattarsi di una patologia correlata che si presenta attraverso la cefalea.

    Sono due diverse le patologie che colpiscono i bambini in tenera età, per quanto concerne il mal di testa: si tratta più spesso di cefalea, ma potrebbe anche trattarsi di emicrania; la cefalea colpisce una zona localizzata che è quella della sommità del capo, la nuca, la fronte; il dolore tipico è di intenso dolore e pesantezza, che spesso è dovuto allo stress o a una cattiva postura a scuola, nel gioco o nello studio. Possono essere causati anche da allergie, sinusiti e raffreddori.

    Nei casi in cui il bambino soffra invece di emicrania il dolore colpisce in genere metà del capo, il dolore è molto intenso e dura alcune ore, non è ancora chiara la connessione tra disturbo e singole persone, si tratta più spesso di stress, di ansia, di poco sonno o di influenza ambientale. Il dolore è intenso, non si prova piacere nel cibo e nel bere, dà fastidio la luce, il rumore e qualsiasi situazione di cambiamento, anche camminare o muoversi per il bambino può essere difficile.

    -