Incombe il colpo di calore: ecco come affrontarlo

Incombe il colpo di calore: ecco come affrontarlo

Il colpo di calore può essere affrontato prestando attenzione a vari segnali, anche se questi possono essere un po’ vaghi

da in Anziani, Benessere, Caldo, Febbre, Mal di testa, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    colpo di calore emergenza

    A causa del caldo di questi giorni incombe il colpo di calore. Bisogna saper affrontare la situazione, soprattutto cercando di riconoscere i principali segnali che ci permettono di intervenire in tempo in caso di emergenza. In realtà va tenuto presente che i segnali sono spesso molto incerti. Si possono verificare crampi, vertigini, nausea, debolezza e mal di testa.

    Sintomi un po’ vaghi insomma, ma che è necessario riconoscere tempestivamente, perché in alcuni casi alcuni organi, come il cervello, vengono esposti a dei danni ingenti, i quali rischiano di essere anche irreversibili. Il segreto è stare all’erta, tenendo conto di alcuni fattori, come per esempio il fatto che la disidratazione è un rischio diffuso soprattutto fra gli anziani. Senza dubbio tuttavia è importante sottolineare che il caldo comporta dei rischi anche per i giovani.

    Come difendersi dal colpo di calore con il caldo? È importante soprattutto puntare sulla prevenzione, non trascurando l’adeguata idratazione e ricordandosi di adattare le terapie farmacologiche alle condizioni ambientali. Quest’ultimo discorso vale in particolare per gli individui che sono affetti da malattie croniche e per gli anziani, nel caso in cui assumono medicine contro l’ipertensione o diuretici.

    Che fare con il caldo in tema di regole per non rischiare grosso? Innanzi tutto tenere presente cosa accade nell’ambito del colpo di calore. Salvatore Badalamenti, responsabile del Dipartimento di emergenza dell’Istituto Clinico Humanitas di Milano a questo proposito spiega:

    Il colpo di calore avviene quando la capacità di termoregolazione è compromessa e la temperatura corporea sale oltre i 41°C con conseguenti danni agli organi (reni, cervello, cuore, polmoni). In un primo momento (stadio rosso) la cute è calda, arrossata, secca per l’assenza di sudorazione, il battito cardiaco è accelerato.

    378

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnzianiBenessereCaldoFebbreMal di testaPrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI