In California primo intervento al cuore su una bambina nata da soli 15 minuti

In California primo intervento al cuore su una bambina nata da soli 15 minuti

In California, è stato impiantato, per la prima volta al mondo, un pacemaker su una neonata di soli 15 minuti

da in Bambini, Cuore, Interventi Chirurgici, Parto, Sistema immunitario
Ultimo aggiornamento:

    california intervento cuore bambina

    Una bambina di soli 15 minuti è stata sottoposta per la prima volta al mondo, in California, ad un intervento chirurgico al cuore: precisamente le è stato impiantato un pacemaker. Una bambina così piccola ha già conosciuto, su di lei, l’importante ed allo stesso tempo complicato mondo della chirurgia. L’intervento non è avvenuto in questi giorni, ma lo scorso novembre, solo che la notizia è stata data solo oggi, una volta che gli specialisti si sono resi conto che la piccola aveva superato con successo l’operazione.

    La neonata, Jaya Maharaj, nata in California da genitori di origine indiana, è stata sottoposta a tale intervento a causa di un blocco congenito del cuore, causato dall’attacco del sistema immunitario della madre sulle fibre nervose deputate al regolamento degli impulsi del cuore della bambina. Per poter impiantare il pacemaker alla piccola i medici hanno dovuto farla nascere prematuramente, esattamente nove settimane prima della data stabilita (alla 31esima settimana di gestazione). Come possiamo immaginare la bambina pesava molto poco: meno di un chilo e seicento grammi.

    Eppure nonostante le difficoltà, i 25 medici dell’Università di Stanford, sono riusciti a compiere ed a condurre un grande intervento.

    I rischi sono stati veramente alti, in particolar modo il numero dei battiti al minuto, dopo il parto, era solo di 45, rispetto ai normali 120. Si è deciso di intervenire subito, le è stato inserito il pacemaker, caratterizzato da due differenti dispositivi, che dovrà essere riposizionato ogni 10 anni, e ogni 5 il cambio delle batterie. Nonostante tutto la vita della bambina potrà essere il più normale possibile, non per niente il suo nome Jaya, in lingua Hindi, significa “vittoriosa”.

    331

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniCuoreInterventi ChirurgiciPartoSistema immunitario
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI