Il virus dell’influenza sarà lo stesso dell’anno scorso

Il virus dell'influenza sarà lo stesso dell'anno scorso e per questo conviene effettuare il vaccino, specialmente per i malati cronici e le categorie più a rischio

da , il

    virus influenza stagione influenzale

    Il virus dell’influenza che si diffonderà nel corso della prossima stagione influenzale, a detta degli esperti, sarà lo stesso dell’anno scorso. Una sorta di vero e proprio ritorno, in base al quale è stato preparato anche un apposito vaccino, il quale si basa su tre ceppi virali che gli studiosi sono riusciti ad isolare. Tra questi virus c’è anche l’AH1N1. Quest’ultimo è diventato noto ai più per i casi di pandemia che ha provocato qualche tempo fa, ma gli esperti rassicurano. L’unica attenzione deve essere rivolta ai soggetti più a rischio, che soffrono di patologie croniche.

    Il dottor Andrea Lambertini, del dipartimento di sanità pubblica di Modena, ha dichiarato:

    “L’influenza, dalle indicazioni che ci arrivano dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dal Ministero, colpirà con la solita costanza ma senza curve di incidenza elevate. Non c’è nessun allarme. Nell’emisfero sud non ha fatto registrare fattori allarmanti. Sarà una influenza come le altre, che potrebbe riservare complicazioni nei casi delle categorie a rischio.”

    Contro il virus A/H1N1 dell’influenza i microbiologi suggeriscono la vaccinazione. Il discorso vale soprattutto per gli anziani, ma anche per i bambini, che non hanno un sistema immunitario ancora abituato a combattere i virus.

    Il virus dell’influenza non è ancora arrivato, nonostante la diffusione di sindromi influenzali. Tuttavia presto dovremo fare i conti con l’influenza vera e propria. Ecco perché serve il vaccino contro l’influenza, dimostrandosi utile ad evitare complicanze. Intanto a giorni partirà la campagna di vaccinazione, che conviene seguire con attenzione anche in termini di tutela della salute pubblica.