Il vaccino anti-influenzale del futuro in un cerotto

Il vaccino anti-influenzale del futuro in un cerotto

Il futuro del vaccino per contrastare l'influenza potrebbe essere racchiuso in un cerotto, dotato di 100 microaghi: piccolo, indolore, semplice da utilizzare, ma dall'efficacacia garantita

da in In Evidenza, News Salute, Ricerca Medica, Vaccini, Vaccino antinfluenzale
Ultimo aggiornamento:

    Il vaccino in un cerotto

    Il futuro del vaccino anti-influenzale potrebbe avere la forma di un cerotto: presto la puntura classica potrebbe essere sostituita da una formulazione innovativa, un cerotto dotato di circa 100 microaghi. A mettere a punto questo speciale cerotto è stato un team di scienziati della Emory University e del Georgia Institute of Tecnology, che ha presentato la singolare innovazione sulla rivista Nature Medicine.

    Disponibile, secondo le stime, nell’arco di circa 2 anni, il cerotto per la vaccinazione anti-influenzalesarà un valido alleato in caso di pandemia, utile per fronteggiare un numero considerevole di vaccinazioni. Altra caratteristica positiva di questa innovazione è la sua efficacia: superiore rispetto ai vaccini tradizionali, perchè il cerotto è in grado di indurre una risposta immunitaria più importante.

    L’efficacia è massima, il fastidio e il dolore rasentano il nulla: il cerotto viene applicato sulla pelle, i microaghi penetrano negli stati superficiali del derma, agiscono e poi si dissolvono.

    Una facilità di applicazione tale da renderlo, con ogni probabilità, un vero e proprio supporto da automedicazione, da acquistare, nel prossimo futuro, in farmacia e da utilizzare in autonomia, senza l’aiuto dello specialista.

    “Non serve che la puntura sia profonda, dato che ci sono cellule del sistema immunitario anche poco al di sotto della superficie della pelle” ha sottolineato lo scienziato Richard Compans, uno degli autori della ricerca che ha portato alla formulazione di questo cerotto.

    I risultati delle ricerche effettuate dagli studiosi, che hanno condotto le sperimentazioni dell’innovativo vaccino anti-influenzale sui topi, sono incoraggianti: l’efficacia in termini di immunizzazione, rispetto al metodo tradizionale, è stata soddisfacente.

    338

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN In EvidenzaNews SaluteRicerca MedicaVacciniVaccino antinfluenzale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI