NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Il trapianto al fegato potrà essere evitato grazie ad un nuovo metodo

Il trapianto al fegato potrà essere evitato grazie ad un nuovo metodo

Studiosi inglesi hanno condotto ricerche utilizzando cellule della pelle, modificandole ed ottenendo cellule staminali epatiche che potranno evitare, per molti, il trapianto del fegato

da in Cellule, Fegato, Malattie, News Salute, Ricerca Medica, Trapianti
Ultimo aggiornamento:

    trapianto fegato metodo

    Grazie ad un nuovo metodo sperimentale il trapianto di fegato potrà essere evitato. Alla base della tecnica innovativa c’è l’uso di cellule staminali epatiche. L’importanza delle cellule staminali, in generale, è oramai conosciuta dato che vi sono notizie, quasi quotidianamente, che le riguardano. Il clamore intorno a queste è dipeso anche dal rapporto tra la scienza e la chiesa, non sempre pacifico.

    Nell’ultimo periodo si è sentito parlare spesso di cellule staminali embrionali che derivano da embrioni, come dice il nome stesso. Oltre a queste anche le cellule iPS o cellule pluripotenti, che vengono riprogrammate dalla pelle o da cellule del sangue, stanno riscuotendo un particolare interesse. Sono proprio queste le protagoniste dell’innovativo studio inglese condotto dai ricercatori del Sanger Institute e dell’Università di Cambridge.

    Gli studiosi hanno eseguito l’esperimento sui topi, usando le cellule della pelle di una paziente, caratterizzate da una mutazione genetica, precisamente sul gene alfa1-antitripsina. Quest’ultimo è responsabile della produzione di una proteina che protegge dal processo infiammatorio. Le persone con tale mutazione sono soggette all’insorgenza di patologie epatiche come la cirrosi.

    I ricercatori, durante lo studio, hanno riprogrammato le cellule della pelle, modificandole mediante una “forbice molecolare”, tagliando la parte mutata ed inserendo, grazie ad un trasportatore di DNA, quella giusta del gene, convertendole in cellule del fegato. Queste potranno aiutare i pazienti affetti da gravi patologie epatiche, e tuttora in lista d’attesa per avere un organo sano. Sino ad ora le cellule staminali epatiche riprogrammate hanno avuto dei risultati ottimi negli animali.

    321

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CelluleFegatoMalattieNews SaluteRicerca MedicaTrapianti
    PIÙ POPOLARI