Il ritardo cronico è una malattia

Il ritardo cronico è una malattia

Il ritardo cronico è una malattia

da in Comportamento
Ultimo aggiornamento:

    ritardo cronico malattia

    C’è chi è affetto da ritardo cronico, i cui “sintomi” più evidenti sono considerati il non essere puntuali a degli appuntamenti anche importanti. E non si tratterebbe soltanto di un comportamento acquisito negli anni, in corrispondenza di determinate abitudini. Il tutto, infatti, sarebbe da rapportare ad una vera e propria malattia. A scoprirlo è stato un gruppo di medici del Ninewells Hospital di Dundee.

    Gli esperti hanno diagnosticato il disturbo in Jim Dunbar, un uomo di 57 anni, che ha trascorso la sua vita arrivando sempre in ritardo, anche al lavoro. Si pensa che si tratti di un problema di puntualità rapportabile ad un disturbo dell’umore, come la depressione.

    Secondo le ricerche effettuate, il ritardo cronico insorgerebbe nelle stesse aree del cervello, che vengono colpite dall’ADHD, il deficit di attenzione e iperattività.

    In pratica i pazienti non sarebbero in grado di valutare in maniera corretta quanto tempo venga impiegato per completare le azioni.

    Di conseguenza i soggetti in questione non sarebbero capace di arrivare puntuali agli impegni presi. D’altronde è risaputo che proprio i problemi di puntualità sono quelli che lamentano spesso anche coloro che sono affetti da ADHD.

    Secondo i ricercatori il problema sarebbe reversibile. Basterebbe soltanto che le persone colpite da ritardo cronico si abituino a considerare tutte quelle scadenze, per le quali non si può negoziare.

    Soltanto in questo modo si può comprendere il tempo necessario per svolgere dei compiti e, quindi, si possono attivare modelli di organizzazione adeguati, per portare a termine ogni atto da compiere.

    307

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Comportamento
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI