Il mal di testa nei bambini si può nascondere dietro ai capricci

Spesso i bambini soffrono di mal di testa ricorrenti, che si esprime, oltre che attraverso sintomi specifici, attraverso pianti e capricci

da , il

    mal di testa bambini capricci

    Il mal di testa nei bambini non è un disturbo molto raro e spesso i più piccoli reagiscono con pianti e capricci, che si configurano come espressione di un malessere. In effetti non si deve dimenticare che l’emicrania in età pediatrica è un disturbo piuttosto diffuso. In maniera specifica una particolare incidenza è rappresentata dalla cefalea ricorrente. I sintomi sono diversi e ciò che ci dovrebbe far sospettare è soprattutto la familiarità con la malattia. Se abbiamo dei dubbi possiamo rivolgersi anche a dei centri specializzati.

    Ma quali sono i campanelli d’allarme? Bisogna sospettare se ci si ritrova in presenza di vertigini, mal d’auto, mal di pancia, torcicollo, dolori agli arti inferiori, che in genere vengono rapportati al processo di crescita. La ricerca scientifica sul mal di testa nei bambini ha messo in evidenza che la causa essenziale può essere lo stress. Inoltre non dimentichiamo che il mal di testa può trovare la propria origine anche nell’azione di alcuni farmaci.

    In ogni caso non dimentichiamo che l’emicrania dei bambini può essere soggetta a cure efficaci. I trattamenti farmacologici del dolore non sono da trascurare, anche se non si deve ricorrere agli antidolorifici in maniera eccessiva.

    Tra l’altro gli antidolorifici usati dagli adulti spesso non sono indicati per i bambini. Meglio consultare il medico, che potrà indicare anche dei farmaci che agiscono sulle cause del dolore, in modo da alleviarlo.

    D’aiuto possono essere i centri specializzati nella cura delle cefalee, che ci possono fornire tutte le informazioni utili su come affrontare il disturbo relativo ai bambini.

    Foto di Finizio