Il lavoro notturno e il cancro: ci sarebbe un legame

Il lavoro notturno e il cancro: ci sarebbe un legame

Il lavoro notturno e il cancro: ci sarebbe un legame

da in Cancro, Malattie, Metastasi, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    I lavoratori con turni alterni giorno notte, hanno un maggiore rischio di sviluppare il cancro per un generale indebolimento del sistema immunitario.

    Quando si parla di carcinoma e’ facile preoccuparsi e prestare attenzione a quello che si sente dire, perche’ ahime’ il cancro e’ uno dei pochi fatti dell’esistenza umana che potrebbe essere di tutti, per cui davvero nessuno e’ escluso!

    La notizia che le agenzie di stampa riportano in questi giorni riguarda proprio il cancro, ed e’ incentrata su una particolare categoria di persone, che secondo recenti studi medici sarebbe piu’ soggetta e maggiormente esposta al rischio di ammalarsi di tumore: la categoria e’ quella dei lavoratori notturni, quelli che la luce la vedono solo all’alba e a meta’ pomeriggio, ma che non se la possono mai assorbire nelle ore migliori.

    Pare infatti che una esposizione alla luce del sole troppo scarsa possa essere una causa di sviluppo del cancro, e arriverebbe ad essere pericolosa tanto quanto l’esposizione alle vernici e alle sostanze chimiche notoriamente cancerogene.

    Ne parla il ventottesimo rapposto internazionale dell’“International Agency for Research on Cancer (IARC) di Lione”, che elenca appunto i lavoratori notturni tra le persone maggiormente esposte al tumore, insieme a chi lavora come pompiere e a chi lavora nel settore delle vernici.

    Si va indietro nella storia fino agli inizi dell’era industriale, per cominciare a osservare i dati numerici di incidenza di questo tipo di malattia, ma per avere dei dati certi ci si deve fermare a ritroso agli anni ottanta, quando per gli uomini si individuarono i tumori alla prostata e per le donne i tumori al seno, come il tipo di carcinoma che piu’ spesso si sviluppa a causa dei lavori insalubri.

    Il fattore individuato come piu’ pericoloso nel lavoro di notte, pero’, insieme alla bassa esposizione ai raggi solari che potrebbe anche essere elusa con uno stile di vita sano, sarebbe piu’ semplicemente lo sbilanciamento dell’ordine del bioritmo personale, che a causa di questi scombussolamenti orari continui non sarebbe in grado di garantire un normale sviluppo del sistema immunitario, e conseguentemente sarebbe esposto alle piu’ svariate malattie, tra cui purtroppo anche lo sviluppo del carcinoma.

    412

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CancroMalattieMetastasiTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI