Il fumo causa, anche, effetti negativi sulla memoria

Uno studio condotto dai ricercatori della Northumbria University di Newcastle, ha scoperto che il fumo oltre ai danni classici, conosciuti, provoca dei danni alla memoria

da , il

    fumo effetti memoria

    Il fumo, oltre a tutti gli altri disturbi conosciuti, causa anche effetti negativi sulla memoria. Oramai è risaputo che fumare provoca una serie di patologie a carico di vari organi come cuore, polmoni e cervello. Ed è proprio quest’ultimo il protagonista di un ulteriore studio che ha scoperto altre conseguenze del fumo. Si continua, con studi, campagne di sensibilizzazione, volantini e immagini, per sensibilizzare i fumatori ad abbandonare il vizio.

    Lo studio è stato condotto dai ricercatori della Northumbria University di Newcastle, ai quali ha partecipato il dottor Tom Heffernan, ricercatore presso il Drug and Alcohol Research Group. Secondo la ricerca il fumo causerebbe la perdita di circa un terzo dei ricordi quotidiani. Per arrivare a questo risultato gli studiosi hanno monitorato un certo numero di persone di varie università differenziando i comportamenti dei fumatori da quelli dei non fumatori.

    I ricercatori hanno esaminato la memoria dei volontari dopo averli fatto ascoltare sequenze di brani musicali o di azioni quotidiane scoprendo che la memoria dei fumatori era molto ridotta rispetto a quella di chi non fumava: i risultati sottolineano rispettivamente ricordi pari al 59% rispetto all’81%. Quando le persone smettono di fumare la memoria torna normale; l’importante è riuscire ad abbandonare questo vizio. Gli studi continueranno, anche, per verificare se la perdita dei ricordi vale anche per chi vive con i fumatori.