Il diabete di tipo 1 sarebbe la causa di un cattivo rendimento scolastico

Il diabete di tipo 1 sarebbe la causa di un cattivo rendimento scolastico

Studiosi dell’Università dell’Arizona hanno scoperto come il diabete di tipo 1 sia una delle cause di uno scarso rendimento scolastico dei giovani affetti da questa patologia

da in Diabete, Giovani, News Salute, Ricerca Medica, Stanchezza, Glucosio
Ultimo aggiornamento:

    diabete tipo 1 rendimento scolastico

    Il rendimento scolastico dei giovani studenti affetti da diabete di tipo 1 non sarebbe dei migliori proprio a causa della patologia. Infatti, quest’ultima oltre a provocare tutti i sintomi caratteristici, causerebbe anche un sonno leggero con conseguente stanchezza diurna. Ecco perché i ragazzi non riuscirebbero a concentrarsi abbastanza e ad avere un rendimento scolastico sufficiente.

    Lo studio, che si è occupato di ciò, è stato condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università dell’Arizona, guidati dalla dottoressa Michelle Perfect, ed i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista Sleep. La ricerca ha coinvolto 50 ragazzi diabetici, con un’età compresa tra i 10 ed i 16 anni, e la qualità del loro sonno è stata messa a confronto con quella di altri giovani non aventi la patologia.

    I risultati hanno evidenziato come il sonno dei giovani affetti da diabete di tipo 1 sia molto più leggero e disturbato di quello del gruppo di controllo; inoltre gli stessi giovani avevano un rendimento scolastico scarso e dei livelli di glucosio ematici molto alti.

    Secondo gli studiosi dell’Università dell’Arizona, quindi, la difficoltà di mantenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue (nonostante si seguano tutte le regole che impone la malattia), un sonno molto leggero con conseguente stanchezza diurna, e uno scarso rendimento scolastico, sono caratteristiche tutte collegate tra loro. Questi risultati, potranno essere utili per risolvere il problema, magari grazie anche a degli esperti del sonno. Inoltre gli studi andranno avanti anche per valutare se tutto ciò accade anche negli adulti.

    312

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DiabeteGiovaniNews SaluteRicerca MedicaStanchezzaGlucosio
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI