Il controllo dei nei e gli esami da fare

Il controllo dei nei e gli esami da fare

Il controllo dei nei si rivela essenziale per evitare conseguenze spiacevoli, che possono essere allontanata grazie ad un consulto dermatologico tempestivo

da in Analisi Mediche, Esami, Estetica e Trattamenti, Pelle, Prevenzione, nei
Ultimo aggiornamento:

    controllo nei

    Il controllo dei nei non rappresenta affatto un elemento secondario per ciò che riguarda l’attenzione per la salute e soprattutto la prevenzione di conseguenze più gravi per la nostra pelle. Tenere sotto controllo i nostri punti neri sulla pelle significa stare attenti a diversi fattori, che ci devono spingere ad un consulto medico dermatologico precoce e tempestivo.

    Il controllo dei nei implica il considerare vari fattori
    controllo nei fattori
    Il controllo dei nei, che va affidato sempre e comunque ad uno specialista dermatologo, si basa sul prendere in considerazione diversi fattori. Fra questi elementi bisogna tenere presente la presenza di un’eventuale asimmetria. Per verificare non dobbiamo fare altro che dividere il neo in due parti e vedere se la forma, i margini e il colore corrispondono. Se la forma e i margini appaiono omogenei non ci si deve preoccupare. Naturalmente non si deve fare confusione con le macchie scure della pelle causate dall’abbronzatura.

    Quando il controllo dei nei impone attenzione?
    controllo nei attenzione
    Una certa allerta devono destare i colori che, all’interno del neo stesso, hanno dei confini netti fra di loro. I cambiamenti di dimensione del neo e il suo modificarsi in maniera rapida impongono il ricorso ad un’attenzione medica. Lo stesso di scorso vale nel caso in cui si presentino arrossamenti dei bordi, prurito o sanguinamenti. Una particolare attenzione va riservata ai punti neri che compaiono dopo i 45 anni, visto che la loro formazione dovrebbe essere esaurita entro questa età. In ogni caso si dovrebbe prestare attenzione, in termini di salute della pelle, ai pericoli dell’esposizione solare anche d’inverno.

    Al controllo dei nei possono seguire esami specifici
    controllo nei esami
    Al controllo dei nei possono seguire esami specifici, nel caso in cui alcuni elementi possano farci sospettare.

    Il dermatologo effettua una visita medica, ricorrendo ad un dermatoscopio. Si tratta di uno strumento tramite il quale il neo oggetto di esame può essere notevolmente ingrandito, in modo da effettuarne un’osservazione più precisa. Un altro sistema a cui si può fare ricorso è quello dell’epiluminescenza, per vedere l’eventuale presenza di lesioni anche alla base del neo.

    Dopo il controllo dei nei si può effettuare la mappatura dei punti neri
    controllo nei mappatura punti neri
    Dopo il controllo dei nei si può effettuare la mappatura dei punti neri sparsi per tutto il corpo. Per fare questo si utilizzano delle microcamere digitali, le quali sono collegate ad un computer. In questo modo ogni neo può essere analizzato in ogni sua caratteristica, come le dimensioni, i colori, i contorni e la parte interna. Inoltre ogni punto nero viene classificato e archiviato nella memoria del computer. Nel caso di visite successive si possono mettere a confronto i dati, per vedere se ci sono state modificazioni particolari. D’altronde ci si può servire di nuove tecniche diagnostiche per il melanoma.

    Se vi interessa l’argomento relativo al controllo dei nei e alla salute della pelle in generale, potete leggere anche i seguenti articoli:

    Pelle: gli ultrasuoni per i nei maligni
    Pelle: acne e sole, relazione pericolosa?
    Invecchiamento: consigli per la pelle del viso
    Pelle: microscopio innovativo per la diagnosi del melanoma

    787

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Analisi MedicheEsamiEstetica e TrattamentiPellePrevenzionenei
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI