by

Il cetriolo killer sostituito dagli Italiani a dieta

    cetriolo killer italiani dieta

    Il cetriolo killer è stato sostituito dagli Italiani a dieta. L’Escherichia coli continua a destare preoccupazione a causa dei numerosi casi di infezione che sono stati riscontrati in diversi Paesi. Il batterio tossico fa paura e per questo si decide di non ricorrere ai cetrioli nemmeno nell’ambito di una dieta ipocalorica. È per questo che ai nutrizionisti vengono chieste delle soluzioni alternative.

    Ci si chiede se il cetriolo killer continuerà a fare altre vittime, intanto, presi dal panico, anche i nostri connazionali hanno deciso di sostituire i cetrioli nella loro dieta con altri alimenti. E non si tratta di una scelta da poco, visto che il cetriolo, insieme ai finocchi nel corso dell’inverno, costituisce un cibo di primo piano nella gran parte dei casi in cui è necessario ricorrere ad un regime alimentare controllato. D’altronde non bisogna dimenticare che il cetriolo riesce a svolgere importanti funzioni a vantaggio del nostro benessere.

    Gli esperti spiegano che questo vegetale ha proprietà diuretiche ed è in grado di agire contro la cellulite.

    Inoltre presenta una grande quantità di acqua e pochi antiossidanti. Tuttavia per difendersi dal batterio tossico del cetriolo killer, in molti hanno cercato dei vegetali da consumare al posto dei cetrioli. Secondo i consigli dei nutrizionisti, un’alternativa potrebbe essere costituita dall’indivia belga, che è ricca di ferro, presenta poche calorie, ha anch’essa capacità diuretiche ed è l’ideale per l’insalata.

    Il caso del cetriolo killer, assolti i prodotti spagnoli, è ancora un mistero. In ogni caso è bene agire soprattutto in termini di prevenzione. L’essenziale è badare all’igiene: bisogna lavare gli ortaggi, sbucciarli e non lasciarli immersi nell’acqua.