Il cervello elabora la sensazione del tatto

Un gruppo di ricerca statunitense ha scoperto il motivo per cui riusciamo a ricordarci le sensazioni provate quando tocchiamo alcuni oggetti

da , il

    cervello sensazione tatto

    Il cervello, secondo uno studio statunitense, elabora le sensazioni del tatto. Questo senso è proprio della nostra mente. Infatti, quando guardiamo un oggetto il nostro cervello oltre a memorizzare alcune caratteristiche come la forma e il colore, ma anche le sensazioni ricevute dal senso del tatto. Grazie a questo studio, pubblicato sulla rivista Cerebral Cortex, si sono potute identificare le interazioni tra la mente ed i nostri cinque sensi.

    Queste ultime sono state identificate mediante una ricerca condotta dagli studiosi, appartenenti al gruppo Antonio e Hanna Damasio, dell’USC Dornsife Brain and Creativity Institute, guidati dal dottor Kaspar Meyer autore dello studio. I ricercatori hanno eseguito lo studio, utilizzando dei computer e l’apparecchio della risonanza cerebrale a scansione magnetica, su un gruppo di volontari. A questi ultimi sono stati fatti vedere dei filmati che riproducevano delle mani mentre toccavano oggetti diversi.

    Dopo di ciò i volontari sono stati esaminati e monitorati con la risonanza, identificando, tramite dei dati analizzati da un computer, che la zona del cervello coinvolta nel ricordo della sensazione tattile vista nel filmato coincideva con la parte cerebrale coinvolta quando il tocco è reale. Se si chiede alla persona di ricordare e fare una differenza tra il tocco di un pezzo di metallo e la pelliccia di un gattino, riuscirà perfettamente a sentire (grazie all’interazione vista sopra) le due sensazioni nella propria mente.