NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Il battito cardiaco irregolare come conseguenza degli antidolorifici

Il battito cardiaco irregolare come conseguenza degli antidolorifici

Il battito cardiaco irregolare e la fibrillazione atriale potrebbero essere anche conseguenze degli antidolorifici

da in Antidolorifici, Cuore, Farmaci, Malattie, Malattie cardiovascolari, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    battito cardiaco antidolorifici

    Il battito cardiaco irregolare come conseguenza degli antidolorifici. È questo ciò che affermano i risultati di uno studio dell’University Hospital di Aarhus. È stata trovata una stretta correlazione fra i disturbi cardiaci, nello specifico la fibrillazione atriale, e l’utilizzo dei farmaci antidolorifici. La ricerca apre dei forti dubbi sugli effetti collaterali dei farmaci in questione.

    I principali imputati sembrano essere gli antinfiammatori non steroidei e gli antidolorifici della classe degli inibitori della COX-2. Una questione che non può essere sottovalutata, considerato che quello degli antidolorifici è un abuso presente in tutto il mondo.

    I ricercatori hanno affermato che, quando si effettua la prescrizione dei FANS, si dovrebbe tenere conto dei possibili rischi cardiovascolari a cui si può andare incontro.

    D’altronde non siamo ancora in presenza dei farmaci intelligenti, privi di effetti collaterali. Che fare quindi? Il cuore non è più a rischio per lo stile di vita, quindi, in termini di prevenzione, oltre a badare alle abitudini personali, bisogna prestare attenzione a limitare il più possibile gli antidolorifici, ricorrendo ad essi solo quando è strettamente necessario.

    244

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntidolorificiCuoreFarmaciMalattieMalattie cardiovascolariRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI