Il batterio killer è resistente agli antibiotici: ecco il perchè

Il batterio killer è resistente agli antibiotici: ecco il perchè

Il batterio killer sarebbe una mutazione del ceppo 0104 dell’Escherichia coli normalmente presente nell’intestino

da in Antibiotici, Batteri, Infezioni, Intestino, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    batterio killer antibiotici

    Perché il batterio killer è resistente agli antibiotici? Una domanda che gli esperti si sono posti in maniera attenta, riuscendo a dare una spiegazione ben precisa al fenomeno. La causa di tutto risiederebbe nel fatto che ci troviamo in presenza di una mutazione dell’Escherichia Coli che normalmente, senza creare conseguenze, si trova nell’intestino dell’uomo e degli animali.

    Il batterio killer può essere visto come l’ennesimo caso delle emergenze alimentari. In ogni caso non va dimenticato che il panico destato in vari Paesi dell’Europa non è indifferente. Gli esperti affermano che nel caso dell’Italia non c’è nessun rischio legato al batterio killer, eppure non è facile rassicurare i più. Il batterio killer potrebbe essere di origine animale, ma permangono ancora molti dubbi sull’origine del microrganismo.

    Dalle prime indagini è emerso che il batterio killer sarebbe la versione mutata del ceppo 0104, che non mostra una particolare resistenza nei confronti degli antibiotici.

    Invece il batterio mutato sarebbe resistente a penicillina, cefalosporina, acido nalidixico, tetraciclina, amoxicillina e acido clavulanico. Tutto ciò sarebbe dovuto al fatto che diversi animali sono sottoposti ad una somministrazione ingente di antibiotici, i quali nel tempo hanno causato la resistenza dei batteri.

    Ecco perché sono valide le differenti campagne che cercano di sensibilizzare ad un uso più oculato degli antibiotici. Un loro utilizzo massiccio, anche quando non sono veramente necessari, non fa altro che portare alla creazione di situazioni di questo genere, difficili da contrastare e rischiose per la salute di tutta la collettività.

    Ancora una volta la parola d’ordine su cui puntare è “prevenzione”, ricordandosi che agire con senso di responsabilità è importante a vantaggio del benessere di tutti.

    356

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AntibioticiBatteriInfezioniIntestinoPrimo Piano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI