Il batterio killer distrutto da un conservante naturale?

È stato scoperto un conservante naturale prodotto da batteri innocui, il quale sarebbe in grado di distruggere il batterio killer

da , il

    batterio killer conservante naturale

    Il batterio killer potrebbe essere distrutto dall’impiego di un conservante naturale. È questo ciò che hanno scoperto i ricercatori dell’Università del Minnesota, che hanno messo in evidenza le importanti proprietà del Bisin. Quest’ultimo viene prodotto da alcuni batteri non pericolosi presenti nel corpo umano. Si tratta del Longum Bifodobacterium, dalle notevoli capacità.

    Da questo batterio si potrebbe ricavare un conservante per i cibi che sarebbe in grado di mantenere inalterati gli alimenti anche per molto tempo e che avrebbe la capacità di distruggere alcuni batteri come la salmonella o l’Escherichia coli. Gli esperti hanno chiarito che riguardo al batterio killer non c’era nessun rischio in Italia. Si potrebbe affermare che quello del batterio killer sarebbe l’ennesimo caso delle emergenze alimentari che si sono susseguite nel tempo, ma la prudenza è d’obbligo.

    Per il batterio killer è importante la prevenzione con l’igiene degli alimenti prima di tutto. In ogni caso secondo gli studiosi il Bisin potrebbe essere una valida alternativa all’uso delle sostanze chimiche. Infatti esso riesce a mettere in atto una forte forma di protezione dalle contaminazioni e non presenta difficoltà di tollerabilità da parte di chi lo assume.

    Le ricerche stanno ancora continuando, per saperne di più su questo batterio, il quale presenterebbe un unico inconveniente: non riesce a conservare in maniera ideale la frutta e la verdura. Non resta che stare a vedere quali sono le concrete possibilità di applicazione del conservante naturale in questione. La scoperta resta in ogni caso davvero molto interessante.