Il bambino che può mangiare solo caramelle

Il bambino che può mangiare solo caramelle

Finley è un bambino di 3 anni, che, a causa della gastroenterite eosinofila, può mangiare solo caramelle alla menta

da in News Salute
Ultimo aggiornamento:

    bambino puo mangiare caramelle

    Si chiama Finley e la sua è la storia di un bambino che può mangiare solo caramelle alla menta. Finley Ranson, che vive nell’Essex, ha 3 anni ed è affetto da una malattia rara, la gastroenterite eosinofila. A causa di questa patologia, il piccolo non può mangiare, perché tutto ciò che arriva nel suo corpo viene interpretato e combattuto come se fosse un virus. L’unica eccezione è rappresentata da 10 caramelle al giorno, che contribuiscono a dare al bambino un certo apporto energetico.

    La vita di Finley è molto difficile, perché il bambino è costretto ad usare un sondino per alimentarsi e viene continuamente ricoverato, per effettuare dei controlli medici. Per lui le caramelle alla menta ormai sono diventate una vera e propria consolazione. Se Finley mangiasse normalmente, incorrerebbe in dei sintomi gravi, fra i quali nausea, vomito, dolori intestinali e diarrea. Il tutto potrebbe comportare anche l’instaurarsi di anemia sideropenica.

    Tra l’altro per questa malattia non esiste nemmeno una terapia specifica.

    L’unico rimedio consiste nell’evitare i cibi (almeno quelli che danno la sintomatologia tipica) e nell’utilizzare i corticosteroidi nei momenti di crisi.

    La gastroenterite eosinofila è stata scoperta nel 1937. Il disturbo si caratterizza per l’infiltrazione eosinofila nei tessuti gastrointestinali. L’organo più colpito è lo stomaco, ma, a seconda dei livelli, possono essere coinvolti anche l’intestino tenue e il colon. La patologia si manifesta perché nell’apparato digerente vengono prodotti troppi globuli bianchi. Questa patologia determina vari tipi di intolleranze o allergie e quello di Finley è un caso particolare, visto che il bambino è allergico praticamente a quasi tutti gli alimenti.

    La madre cerca di dare al figlio tutte le opportunità, realizzando per lui anche dei lecca-lecca a base di ghiaccio e menta, perché si è accorta che alcuni zuccheri sono tollerati dall’organismo di Finley. Il caso è, comunque, molto difficile e la storia di questo bimbo ha commosso tutto il mondo.

    354

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI