Igiene e salute: gli italiani si lavano poco le mani

Igiene e salute: gli italiani si lavano poco le mani

Lavarsi regolarmente e correttamente le mani, con detergenti antibatterici, è la tattica migliore per limitare la diffusione di malattie respiratorie e intestinali, ma gli italiani non sono molto diligenti

da in Igiene, Infezioni, Influenza, News Salute, Ricerca Medica, mani
Ultimo aggiornamento:

    Lavarsi le mani, abitudine poco diffusa italiani

    Il livello igienico del Bel Paese sembra essere da vero Stato moderno, decisamente accettabile, ma non sotto tutti gli aspetti: lavarsi le mani in modo accurato, frequente e corretto sembra essere ancora un’abitudine sconosciuta per molti, troppi connazionali. Proprio così, italiani, popolo dalle mani “sporche” o non proprio pulitissime, almeno stando ai risultati di una recente indagine condotta nella Penisola.

    In risultati dello studio, presentati nei giorni scorsi a Roma nel corso della conferenza dal titolo “Home Hygene, rischi infettivi, sicurezza a prevenzione negli ambienti domestici” sembrano lasciare poco spazio ai dubbi. Se in media la maggioranza degli italiani si lava regolarmente le mani, quasi otto volte ogni giorno, solo il 17% di loro lo fa nel modo corretto, utilizzando un sapone con un efficacia antibatterica.

    I più diligenti? Le donne e gli adulti: sono proprio le esponenti del gentil sesso quelle più attente a come e quando si lavano le mani e tra i più “igienisti” ci sono i meno giovani, che hanno già superato la soglia dei 44 anni di età.

    “Da noi c’è un’errata percezione del rischio perchè ci si lava le mani dopo aver utilizzato magari i servizi, e poi non lo si fa dopo uno starnuto o un colpo di tosse.

    Lavarsi le mani quasi 8 volte al giorno non è poco, bisogna però saperlo fare bene” ha sottolineato il dottor Carlo Signorelli, docente di Igiene e sanità all’università di Parma, nel corso del convegno romano.

    Lavarsi le mani spesso e volentieri, scegliendo detergenti dalla comprovata azione antibatterica, è la strategia vincente per limitare la trasmissione e il contagio di molte malattie infettive, come le patologie che coinvolgono l’apparato respiratorio o il sistema gastrointestinale.

    Le percentuali snocciolate dagli esperti in occasione del convegno parlano chiaro: lavarsi accuratamente le mani riduce del 21% la frequenza di malattie respiratorie e del 31% quelle infettive intestinali.

    392

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IgieneInfezioniInfluenzaNews SaluteRicerca Medicamani
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI