Igiene: carrelli del supermercato ricettacolo di batteri

Igiene: carrelli del supermercato ricettacolo di batteri

Una recente ricerca ha messo in evidenza che nei carrelli dei supermercati ci sono molti batteri, fonte di contaminazione

da in Batteri, Igiene, Infezioni, Primo Piano, Ricerca Medica, mani
Ultimo aggiornamento:

    igiene carrelli supermercato batteri

    In tema di igiene si deve tenere presente che i carrelli del supermercato sono un vero e proprio ricettacolo di batteri. A far riflettere sulla questione una scoperta avvenuta in seguito ad una specifica ricerca portata avanti dai ricercatori dell’Università dell’Arizona. Gli studiosi hanno messo in evidenza che i carrelli dei supermercati si configurano come un vero e proprio pericolo in termini di infezioni.

    Ad essere imputate sono soprattutto le manopole dei carrelli. Gli studiosi hanno infatti riscontrato che nel 72% degli carrelli sono presenti batteri fecali e nel 50% è stato rintracciato l’Escherichia coli, il microrganismo responsabile di infezioni che interessano l’apparato gastrointestinale, l’apparato genito-urinario o che può provocare anche le meningiti nei bambini. Naturalmente gli esperti avvertono che non si tratta di fare allarmismi inutili, ma si potrebbero usare precauzioni per non esporci a rischi possibilmente evitabili.

    Un rimedio in questo senso sarebbe utilizzare i guanti usa e getta.

    Una regola da rispettare, visto che in tema di igiene gli Italiani sono troppo puliti. D’altronde non vanno nemmeno trascurate le principali regole dell’igiene quotidiana, anche se alcune ricerche in merito di igiene e salute hanno dimostrato che gli Italiani si lavano poco le mani.

    Nei grandi magazzini non basta disinfettare i bagni. Le contaminazioni infatti possono avvenire anche dopo che i clienti toccano i carrelli e poi portano le mani alla bocca, al naso o agli occhi. Si dovrebbe puntare su una maggiore tutela della salute, prevedendo opportuni trattamenti disinfettanti anche per i carrelli, da mettere a punto in maniera frequente. Nel frattempo non resta che lavarsi le mani.

    347

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BatteriIgieneInfezioniPrimo PianoRicerca Medicamani
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI