Ictus: un test ci dirà se il paziente recupererà parte delle funzioni

Ictus: un test ci dirà se il paziente recupererà parte delle funzioni

Ma oggi tutto ciò potrebbe non accadere più…

da in Ictus, Malattie, News Salute, Riabilitazione
Ultimo aggiornamento:

    riabilitazione

    Purtroppo dopo un ictus non è sempre possibile sperare in un recupero funzionale di quelle strutture andate danneggiate dall’insulto cerebrovascolare subito, ne consegue che, spesso, la stessa riabilitazione psico-motoria riesca e dare benefici reali solo in alcune circostanze, molte altre volte il paziente non ricava nessun effetto da tali trattamenti dopo il fatto acuto, nonostante si sia sottoposto a estenuanti esercizi quotidiani.

    Fino adesso non si è stati in grado di stabilire, con una certa attendibilità, la validità o meno di tali trattamenti in base alle caratteristiche del paziente e del grado della malattia che lo abbia colpito, affidando soltanto all’esperienza del clinico l’eventuale risposta terapeutica prevista e null’altro.Ciò ha comportato sovente, inutili sforzi praticati dal paziente insieme al fisioterapista nel tentativo di riprendere in parte una certa autonomia, ma ha anche comportato false illusioni del paziente stesso e della famiglia che lo accudisce, rispetto alla possibilità di un qualsivoglia recupero.

    Ma oggi tutto ciò potrebbe non accadere più…. ovvero da quando è stato presentato un particolare test neurofisiologico che misura la capacità del cervello nel riuscire a modificarsi in base agli stimoli esterni ricevuti, come appunto possono essere quelli derivanti dalla riabilitazione psico-motoria.


    Tale test è stato predisposto dal Dipartimento di Neuroscienze dell’Università Cattolica Policlinico Gemelli di Roma e misura quanto si incrementi l’eccitabilità a carico dell’emisfero cerebrale che sia stato colpito dall’ictus; tale indice è il segnale che ci farà comprendere se recupero ci sarà o meno ed in che forma esso si avvererà.

    298

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IctusMalattieNews SaluteRiabilitazione
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI