Ictus: stile di vita sano riduce il rischio

Ictus: stile di vita sano riduce il rischio

Un gruppo di ricercatori statunitensi ha dimostrato che uno stile di vita sano può ridurre dell'80% il rischio di incorrere nell'ictus: dieta equilibrata, attività fisica, niente fumo e poco alcool

da in Alimentazione, Benessere, Fitness, Ictus, Malattie, Prevenzione
Ultimo aggiornamento:

    ictus stile di vita sano

    Per ridurre il rischio di incorrere nell’ictus molto importante è uno stile di vita sano. Ad affermarlo è stato un gruppo di ricercatori statunitensi, i quali hanno condotto uno studio specifico sull’argomento, arrivando in questo modo alla conclusione che portare avanti uno stile di vita attento e corretto contribuisce a ridurre dell’80% il rischio di ictus.

    Per non incorrere nell’ictus ci sono vari fattori di rischio da evitare. In questo senso è essenziale puntare sulla qualità della vita. Ma come fare concretamente? Gli esperti chiariscono che è fondamentale portare avanti una dieta equilibrata, non incentrata sul consumo eccessivo di grassi e che si avvale soprattutto di frutta e verdura. Altri elementi da tenere in considerazione sono la pratica regolare dell’attività fisica e il rinunciare all’alcool, concesso solo in piccole quantità, e al fumo.

    Uno studio di qualche tempo fa aveva messo in evidenza che si può prevenire l’ictus con l’attività fisica intensa. Ma a quanto pare occorre contare anche su altri fattori che concorrono a migliorare il nostro benessere generale. Ignorare la questione significa non assicurarsi la possibilità di prestare attenzione alla prevenzione di una patologia che sembra essere in crescita in tutto il mondo.

    Gli studiosi affermano che la ricerca svolta sia molto importante per prendere consapevolezza di quanto sia importante prevenire attraverso semplici azioni, che dovrebbero essere seguite giorno dopo giorno. La nostra salute va tutelata in ogni modo possibile e da questo punto di vista la prevenzione svolge un ruolo determinante per ciascuno di noi.

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBenessereFitnessIctusMalattiePrevenzione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI