Ictus: riabilitazione dei pazienti aiutata da un’assistenza robotica

Ictus: riabilitazione dei pazienti aiutata da un’assistenza robotica

Uno studio tutto italiano ha scoperto che la riabilitazione sui pazienti gravi colpiti da ictus ha un successo circa 5 volte maggiore con l’aiuto di un’assistenza robotica

da in Ictus, Malattie, News Salute, Riabilitazione, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    ictus riabilitazione robotica

    L’assistenza robotica, oramai tecnologia dei nostri tempi, aiuterà i pazienti gravi colpiti da ictus durante la riabilitazione. Infatti, tutte quelle persone che a causa di questa patologia non riescono più a muoversi e a camminare come prima, nella maggior parte dei casi, vengono sottoposti a sedute di riabilitazione fisioterapica. Secondo uno studio italiano il successo di questi trattamenti riabilitativi è maggiore se è unita ad una terapia robotica.

    Gli studiosi italiani che si sono occupati della ricerca, sono stati guidati dal dottor Giovanni Morone della Fondazione Santa Lucia di Roma. La ricerca ha coinvolto 48 pazienti colpiti da ictus, dimessi dall’ospedale, ma con la difficoltà di camminare. Questi ultimi sono stati suddivisi in due gruppi: il primo è stato sottoposto ad una classica riabilitazione fisioterapica, mentre il secondo è stato assistito da un tutore elettromeccanico.

    I ricercatori hanno valutato una maggiore ripresa dei pazienti appartenenti al secondo gruppo rispetto a quelli del primo.

    Secondo gli studiosi un’assistenza robotica aiuta almeno di 5 volte in più la ripresa delle persone colpite da ictus, in modo grave, e che non possono più camminare facilmente. Ecco perché gli studiosi sottolineano che i pazienti per essere sottoposti a questo tipo o altro di riabilitazione devono essere scelti e selezionati. Infatti, per ora il successo si è visto solo per i casi più gravi.

    271

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IctusMalattieNews SaluteRiabilitazioneRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI