Ictus: molti meno rischi in chi consuma cioccolato

Ictus: molti meno rischi in chi consuma cioccolato

E così, l’amato cioccolato, non è soltanto in grado di opporsi al mal d’amore…

da in Alimentazione, Cioccolato, Ictus, Ipertensione, Malattie, News Salute, Primo Piano
Ultimo aggiornamento:

    Le-virtù-del-cioccolato

    In passato additato come un alimento capace di creare solo disagi alla salute sulla spinta di un peccato di gola cui difficilmente si riusciva a resistere, il cioccolato entra a far parte di quella schiera di alimenti che potrebbero, in una qualche misura, partecipare al meglio al nostro benessere persino sconfiggendo o contrastando molte malattie.

    E così, l’amato cioccolato, non è soltanto in grado di opporsi al mal d’amore…. fatto questo noto da un decennio, da quando si vide che i costituenti dell’alimento si opponevano ai malesseri del trauma di un amore finito, ma oggi si è sempre più convinti del fatto di sapere che l’alimento si oppone all’ipertensione arteriosa e, dunque, alle malattie cardiovascolari, come ci conferma una ricerca pubblicata sull’ European Heart Journal e coordinata da Brian Buijsse, dell’Istituto di Nutrizione Umana tedesco a Nuthetal.

    Tale studio scientifico ci palesa come su un campione di quasi 20.000 persone di età compresa fra 35 e 65 anni, monitorati per un decennio circa, consumatori abituali di circa 7.5 grammi di cioccolata al giorno si evidenziavano valori pressori più bassi, tendenti alla normalità con una percentuale di minori rischi di incorrere in problemi cardiovascolari, compresi ictus in misura pari quasi al 40%, rispetto all’altro campione di individui che consumava una quantità di alimento al di sotto dei due grammi al giorno.


    Merito di questi benefici per la salute andrebbe ascritto agli antiossidanti presenti nella cioccolata, al punto che, concludono i ricercatori, se “gli individui che mangiano meno cioccolata (di cui 219 su 10.000 hanno avuto un ictus o un infarto) consumassero 6 g di cioccolata in più al giorno, ci sarebbero 85 casi di infarto o ictus in meno ogni 10.000 soggetti, su un periodo di circa 10 anni”.

    338

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneCioccolatoIctusIpertensioneMalattieNews SalutePrimo Piano
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI