Ictus: farmaco per limitare i danni al cervello

Ictus: farmaco per limitare i danni al cervello

I ricercatori americani hanno scoperto che un farmaco può intervenire nella limitazione dei danni al cervello dopo un ictus, garantendo una ripresa più veloce

da in Cervello, Farmaci, Ictus, Malattie, Ricerca Medica, Trombosi
Ultimo aggiornamento:

    ictus farmaco cervello

    In caso di ictus un farmaco già conosciuto potrebbe essere utile per limitare i danni al cervello. Dopo un ictus è infatti molto importante puntare sulla reattività delle cellule cerebrali. A volte questa reattività può essere scarsa a causa di una sostanza che ostacola la trasmissione dell’impulso nervoso. Ecco quindi che entra in gioco il farmaco.

    Infatti se si interviene con un farmaco in grado di bloccare questa sostanza, ci potrebbe essere un recupero più veloce. I ricercatori dell’Università della California sono arrivati a questa conclusione, effettuando uno studio sugli animali. Naturalmente va detto che ancora non si dispone di risultati specifici sull’uomo, ma la scoperta è davvero molto interessante per le eventuali implicazioni che potrebbe avere in futuro sulla salute umana.


    Un passo avanti in più nel contesto delle tecniche di riabilitazione applicabili dopo l’ictus. I ricercatori hanno infatti sottolineato che, anche se non si può fare più nulla per i neuroni morti, è possibile comunque stimolare quelli ancora vivi, che possono creare nuove connessioni nervose. Tutto ciò può avvenire tenendo conto anche di una caratteristica fondamentale del nostro cervello: la sua estrema plasticità.

    In caso di ictus riveste molta importanza l’intervento tempestivo. Per limitare i danni è infatti possibile somministrare nel giro delle prime quattro ore sostanze in grado di sciogliere il trombo. Ma il farmaco preso in considerazione dalla ricerca è capace di agire meglio nei giorni che seguono all’ictus. In questo modo non ci sarebbe più l’inconveniente di dover agire per forza in tempi ristretti.

    309

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CervelloFarmaciIctusMalattieRicerca MedicaTrombosi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI