I rimedi naturali per il colon irritabile

I rimedi naturali per il colon irritabile
da in A tutta natura, Colon, Colon irritabile
Ultimo aggiornamento: Venerdì 12/08/2016 07:07

    colon-irritabile

    La sindrome del colon irritabile, spesso confusa con la colite, è purtroppo molta diffusa, specialmente fra le donne. Le cause sono ancora nebulose mentre i sintomi più frequenti vanno dal mal di pancia alla diarrea, dalla stitichezza ai crampi di varia intensità. Per alleviare il disturbo la prima regola è curare lo stile di vita, orientandolo verso un’alimentazione equilibrata, che preveda la diminuzione, se non addirittura l’eliminazione, di alcuni cibi a rischio. Per esempio gli alimenti contenenti lievito, come pane e merendine, le sostanze eccitanti come caffè, cioccolato, tè, i cibi ad alto contenuto di grassi, i formaggi stagionati, i frutti di mare e le spezie. Ci sono poi alimenti che tendono ad aggravare il problema, in particolare quelli che incrementano il cosiddetto meteorismo: dai fagioli alle patate, dalle melanzane alle castagne, dalle prugne alle banane. Diverso il discorso per quanto concerne le fibre che, a dispetto di quanto si possa credere, favoriscono il ripristino dell’equilibrio intestinale. Integrarne la giusta quantità nel regime dietetico quotidiano è molto importante e, quando l’alimentazione non basta, vengono in aiuto gli integratori alimentari. I migliori? Quelli che associano fibre e fermenti lattici, ideali per disinfiammare il colon, riportando l’organismo allo stato di normalità.

    Come premesso sussistono ancora molti dubbi su quali siano le effettive cause del colon irritabile. Alcune ricerche confermano il legame con la predisposizione genetica che, in questo caso, determinerebbe una maggiore sensibilità intestinale. D’altra parte si ritiene che nelle persone soggette a questo disturbo l’interazione fra neuroni intestinali e cervello risulti compromessa. Non solo: il colon irritabile è associato anche ad alterazioni ormonali, al consumo di alimenti definiti irritanti, infine allo stress, anche se quest’ultimo più che una causa vera e propria è piuttosto un fattore scatenante. Vale a dire che peggiora il problema, ma solo se già presente.

    Uno dei sintomi più frequenti è il meteorismo e la continua alternanza di stitichezza e diarrea. Possono comparire anche crampi, particolarmente dolorosi nelle crisi diarroiche più gravi. Più in generale chi soffre di colon irritabile accusa spesso dolori addominali e gonfiore, dovuto alla presenza di gas.

    Oltre ad evitare, a fini preventivi, alcuni alimenti, è importante integrare la dieta con un apporto di fibre pari a 25 grammi quotidiani. Se l’alimentazione non basta, ci sono sempre gli integratori, che assunti con regolarità, concorrono al ripristino dell’equilibrio intestinale, rafforzandone le difese naturali. Un ecosistema intestinale più forte concorre, infatti, alla riduzione dei sintomi del colon irritabile, disturbo che favorisce l’aumento dei batteri “cattivi” presenti nella microflora. I farmaci, nonostante in taluni casi possano rivelarsi utili, celano numerose controindicazioni, e rischiano di innescare un circolo vizioso, specialmente se consumati impropriamente. Contenuto di informazione pubblicitaria

    548

    LEGGI ANCHE