I farmaci piacciono di più alle donne

I farmaci piacciono di più alle donne

Sono le donne a consumare la quantità maggiore di farmaci, registrando consumi decisamente più alti rispetto ai coetanei maschi

da in Farmaci, News Salute, Salute Donna, Sanità, medicine
Ultimo aggiornamento:

    Offering medicines

    I farmaci piacciono molto alle donne o, meglio, sembrano essere declinati molto più frequentemente al femminile che al maschile. Infatti, i dati più recenti in materia evidenziano percentuali chiare: le donne, di età compresa tra i 15 e i 54 anni utilizzano più farmaci rispetto ai coetanei maschi, superandoli di ben il 20-30%, quando si tratta di medicinali di genere comune e del 40% nel caso degli integratori.

    La situazione “di genere”, per quanto riguarda l’utilizzo dei farmaci, è stata fotografata dalla terza edizione del Libro Bianco sulla salute della donna, presentato nei giorni scorsi dal dal presidente di Onda (Osservatorio nazionale salute della donna), Francesca Merzagora e il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi.



    Sono molteplici le ragioni di questo consumo di farmaci e prodotti medicinali dal volto prevalentemente femminile, dalla maggiore longevità delle donne, ai fattori di ordine culturale, fino alla maggiore consapevolezza e desiderio di cercare una risposta più efficace ai nuovi problemi di salute emergenti.

    Si curano di più, prestano maggiore attenzione al loro stato di salute, si informano di più, anche e soprattutto perché vivono più a lungo.

    Infatti, dai dati più recenti, su scala nazionale e regionale, raccolti nel 2006, è emerso che le donne sono in netta prevalenza, tra gli ospiti anziani nei presidi residenziali socio-assistenziali, toccando quota 25,82 per 1.000, mentre gli uomini registrano una presenza minore (11,11 per 1.000 fra gli uomini).

    Cresce, soprattutto tra le donne, con una condizione di salute sempre più precaria, legata anche all’età, ma non solo, il consumo di farmaci nella popolazione italiana e segue lo stesso trend al rialzo anche il tasso di ospedalizzazione.

    328

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciNews SaluteSalute DonnaSanitàmedicine
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI